Nella formazione finanziata l’utilizzo dei webinar riduce i compensi dei formatori

L’emergenza coronavirus ha portato alla sostituzione della formazione in aula con la formazione a distanza. In questo articolo voglio evidenziare uno dei risultati di questo cambiamento: la riduzione dei compensi dei formatori.

Perché? Se il formatore sa gestire bene la sua didattica utilizzando tecniche interattive è possibile fare fino a 8 ore di attività formativa nello stesso giorno. La formazione a distanza tramite webinar, invece, può essere svolta per massimo 2 o 3 ore al giorno, almeno nella mia esperienza. La minore interazione possibile coi webinar costringe a semplificare i temi trattati e ridurre le simulazioni, anche quando si utilizzino le stanze virtuali per creare piccoli gruppi che possano esercitarsi a distanza.

E’ un po’ quello che accade passando dal teatro al cinema. A teatro, la presenza fisica degli attori assicura livelli di attenzione più approfonditi e permette così dialoghi molto più lunghi e articolati; nel cinema i dialoghi devono essere più brevi e sintetici.

Il risultato è che un programma di formazione su un determinato tema condotto tramite webinar sarà più breve dello stesso programma svolto in aula. Il problema è che i compensi orari massimi della formazione finanziata sono gli stessi per entrambe le modalità. Il risultato è un compenso per commessa inferiore se la formazione viene svolta via webinar.

Chiedimi una formazione a distanza per i tuoi dipendenti / collaboratori (l.evangelista@orientamento.it cell 3384640194) oppure segui uno dei miei corsi a distanza basati su video registrati.

 

Articolo contenuto sul sito www.orientamento.it. Autore © Leonardo Evangelista. Leggi Informativa privacy, cookie policy e copyright.

Scrivici cosa ne pensi