Convegno Reddito di Cittadinanza: l’impatto sul sistema dei servizi

Bologna, Aemilia Hotel – 12/06/2019, organizzato da Maggioli Editore

Reddito di Cittadinanza: l’impatto sul sistema dei servizi

Bologna, Aemilia Hotel – 12/06/2019

Il Reddito di Cittadinanza rappresenta un’innovazione normativa di grandissima importanza. Rivolto ad una platea molto ampia (alcune stime arrivano a parlare di quasi 5 milioni di persone), il Reddito di Cittadinanza è una misura ambiziosa e, non ultimo, particolarmente impegnativa sul piano politico e finanziario.

Il Convegno sul Reddito di Cittadinanza in programma a Bologna il 12/06/2019 ed organizzato dal Maggioli Formazione si rivolge agli operatori dei servizi sociali in primis, l’INPS, l’ANPAL, i servizi demografici, i servizi territoriali per l’impiego, il terzo settore.

ISCRIVITI – CLICCA QUI

Il convegno affronta il tema in tutte le sue relazioni e complessità, allo scopo di illustrare il quadro giuridico di riferimento e di evidenziare i passaggi logici per comprenderne il funzionamento.

L’iniziativa propone una sessione plenaria di inquadramento normativo, alla quale seguono tre workshop operativi paralleli rivolti agli Enti istituzionalmente coinvolti e relative figure professionali.

DESTINATARI DEL CONVEGNO

  • Assistenti sociali
  • Coordinatori, Responsabili e ruoli amministrativi dei servizi sociali di Comuni, Consorzi di Comuni e ambiti sociali
  • Professionisti che si occupano, a vario titolo, di orientamento al lavoro
PROGRAMMA

Sessione plenaria (ore 10.30-13.00)
Il quadro normativo e gli attori del sistema
• Storia e prospettive del contrasto alla povertà in Italia
• Il Reddito di Cittadinanza come misura di contrasto alla povertà
• Il Reddito di Cittadinanza come misura di politica attiva per il lavoro
• Ruoli e competenze dei Comuni, conferme e novità: dalla collaborazione con il terzo settore ai progetti di utilità sociale:

Interventi di:

  • Nicoletta BaracchiniGiurista esperta di legislazione sociale e sanitaria. Consulente ANCI in materia di ISEE e componente del gruppo ministeriale sull’attuazione dell’ISEE. Collabora con Regioni ed Enti locali per le normative in materia di organizzazione, regolamentazione e valutazione di servizi pubblici
  • Nunzia de Capite, Sociologa, specializzata in metodologia della ricerca sociale. Dal 2005 lavora n Caritas Italiana. Coordina la redazione del Rapporto annuale Caritas sulle politiche contro la povertà
  • Leonardo EvangelistaFormatore, progettista ed esperto di orientamento, europrogettazione e bilancio di competenze. Direttore del sito www.orientamento.it
  • Gianmario GazziPresidente del CNOAS (Consiglio Nazionale Ordine Assistenti Sociali)
  • Emilio GregoriPartner e senior consultant di Synergia e docente di Statistica presso l’Università L. Bocconi di Milano. E’ esperto nella progettazione e implementazione di Sistemi informativi sociali e nell’applicazione di metodi statistici nei servizi sociali e sociosanitari. Autore di diverse pubblicazioni in materia

ChairmanGiovanni ViganòPartner e senior consultant di Synergia e docente di Metodi Quantitativi per le Scienze Sociali presso l’Università L. Bocconi di Milano. Esperto nella progettazione e implementazione di Sistemi Informativi Sociali, è stato consulente esperto per conto del Formez del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali nelle aree di Lavoro Comune con INPS e Regioni per l’implementazione del SIUSS


Ore 13.00 – Buffet


WORKSHOP OPERATIVI PARALLELI
(ore 14.00-16.00)

  • Workshop n. 1
    Il ruolo dell’assistente sociale nell’ambito del Reddito di Cittadinanza
    Docente: Nicoletta Baracchini
  • Workshop n. 2
    Il lavoro dell’orientatore nell’ambito del Reddito di Cittadinanza
    Docente: Leonardo Evangelista
  • Workshop n. 3
    Organizzazione territoriale dei servizi e piattaforme di collaborazione interistituzionale
    DocentiSynergia e Alessandro Ciglieri

 

Maggioli Editore ha appena pubblicato: Concorso NAVIGATOR 2019 presso ANPAL: Manuale e Quiz

Come fare domanda per partecipare alla selezione per Navigator ANPAL

E’ uscito stamani il bando per partecipare alla selezione per Navigator, la figura che presso i centri per l’impiego contribuirà alla gestione del reddito di cittadinanza. Va evidenziato che i navigator non avranno un contatto diretto con i disoccupati. Sono previste 3.000 assunzioni distribuite per regioni (le graduatorie sono provinciali).

Come e quando fare domanda

E’ possibile presentare domanda per partecipare alla selezione da oggi 18 aprile fino alle ore 12 dell’8 maggio. La domanda può essere fatta solo per via telematica da questo sito.

Quali titoli di studio sono richiesti

E’ possibile accedere alla selezione con le seguenti lauree:

Laurea magistrale/specialistica(LM/LS) in una delle seguenti discipline:

 scienze dell’economia (LM‐56 o 64/S)
 scienze della politica (LM‐62 o 70/S)
 scienze delle pubbliche amministrazioni (LM‐63 o 71/S)
 scienze economico aziendali (LM‐77 o 84/S)
 servizio sociale e politiche sociali (LM‐87)
 programmazione e gestione delle politiche e dei servizi sociali (57/S)
 sociologia e ricerca sociale (LM‐88)
 sociologia (89/S)
 scienze dell’educazione degli adulti e della formazione continua (LM‐57 o 65/S)
 psicologia (LM‐51 o 58/S)
 giurisprudenza (LMG‐01 o 22/S)
 teoria e tecniche della normazione e dell’informazione giuridica (102/S)
 scienze pedagogiche (LM‐85 o 87/S)

ovvero diploma di laurea (DL) secondo il “vecchio ordinamento” corrispondente ad una delle predette lauree magistrali ai sensi del decreto 9 luglio 2009 del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Come è strutturata la selezione

La prova di selezione consiste in un test con domanda a risposta multipla costituito da 100 domande così ripartite:

  • 10 quesiti di cultura generale,
  • 10 quesiti psicoattitudinali,
  • 10 quesiti di logica,
  • 10 quesiti di informatica,
  • 10 quesiti sui modelli e strumenti di intervento di politica del lavoro,
  • 10 quesiti sul reddito di cittadinanza,
  • 10 quesiti sulla disciplina dei contratti di lavoro,
  • 10 quesiti sul sistema di istruzione e formazione,
  • 10 quesiti sulla regolamentazione del mercato del lavoro,
  • 10 quesiti di economia aziendale.

Il tempo complessivo a disposizione è di 100 minuti.

Compenso e durata della collaborazione

L’incarico di collaborazione avrà durata fino al 30 aprile 2021 e un compenso lordo annuo pari a euro 27.338,76 (ventisettemilatrecentotrentotto/76), oltre euro 300,00 (trecento/00) lordi mensili a titolo di rimborso forfettario.

Che cosa faranno esattamente i navigator

I compiti del navigator saranno i seguenti:

  1. supporta gli operatori dei CPI nella definizione e qualificazione del piano personalizzato previsto dalla norma;
  2. svolge una funzione di assistenza tecnica agli operatori dei CPI impiegati nel supporto ai beneficiari del Reddito di cittadinanza nel percorso di inclusione socio‐lavorativa improntato alla reciproca responsabilità per garantire che il beneficiario porti a termine con successo il programma e raggiunga la propria autonomia;
  3. supporta i CPI nel raccordo con i servizi erogati dai diversi attori del mercato del lavoro a livello locale o regionale in relazione alle esigenze dei beneficiari, valorizzando tutte le opportunità offerte dai servizi nel territorio ‐ a partire dalle esigenze espresse dalle imprese e dalle opportunità offerte dal sistema di istruzione e formazione ‐ per permettere ai beneficiari di individuare e superare gli ostacoli che incontrano nel percorso verso la realizzazione professionale, l’autonomia economica e la piena integrazione sociale nella
    propria comunità;
  4. collabora con gli operatori dei CPI al fine di garantire la realizzazione delle diverse fasi.

Come saranno ripartiti i navigator fra le diverseprovince

ABRUZZO TOT. 54
CHIETI 15
L’AQUILA 14
PESCARA 14
TERAMO 11

BASILICATA TOT. 31
MATERA 12
POTENZA 19

CALABRIA TOT. 170
CATANZARO 30
COSENZA 60
CROTONE 21
REGGIO CALABRIA 47
VIBO VALENTIA 12

CAMPANIA TOT. 471
AVELLINO 24
BENEVENTO 16
CASERTA 80
NAPOLI 274
SALERNO 77

EMILIA ROMAGNA TOT. 165
BOLOGNA 40
FERRARA 13
FORLI`‐CESENA 14
MODENA 25
PARMA 18
PIACENZA 10
RAVENNA 14
REGGIO EMILIA 18
RIMINI 13

FRIULI VENEZIA GIULIA TOT. 46
GORIZIA 6
PORDENONE 9
TRIESTE 10
UDINE 21

LAZIO TOT. 273
FROSINONE 21
LATINA 30
RIETI 12
ROMA 195
VITERBO 15

LIGURIA TOT. 66
GENOVA 39
IMPERIA 9
LA SPEZIA 8
SAVONA 10

LOMBARDIA TOT. 329
BERGAMO 38
BRESCIA 50
COMO 18
CREMONA 16
LECCO 12
LODI 12
MANTOVA 20
MILANO 76
MONZA BRIANZA 27
PAVIA 22
SONDRIO 10
VARESE 28

MARCHE TOT. 55
ANCONA 17
ASCOLI PICENO 8
FERMO 6
MACERATA 11
PESARO‐URBINO 13

MOLISE TOT. 13
CAMPOBASSO 10
ISERNIA 3

PIEMONTE TOT. 176
ALESSANDRIA 16
ASTI 8
BIELLA 6
CUNEO 16
NOVARA 12
TORINO 107
VERBANO‐CUSIO‐OSSOLA 4
VERCELLI 7

PUGLIA TOT. 248
BARI 78
BARLETTA‐ANDRIA‐TRANI 28
BRINDISI 21
FOGGIA 41
LECCE 45
TARANTO 35

SARDEGNA TOT. 121
CAGLIARI 41
NUORO 12
ORISTANO 12
SASSARI 25
SUD SARDEGNA 31

SICILIA TOT. 429
AGRIGENTO 35
CALTANISSETTA 24
CATANIA 100
ENNA 13
MESSINA 45
PALERMO 125
RAGUSA 21
SIRACUSA 31
TRAPANI 35

TOSCANA TOT. 152
AREZZO 12
FIRENZE 40
GROSSETO 9
LIVORNO 16
LUCCA 16
MASSA‐CARRARA 10
PISA 18
PISTOIA 13
PRATO 9
SIENA 9

UMBRIA TOT. 33
PERUGIA 24
TERNI 9

VAL D’AOSTA TOT. 6 AOSTA 6

VENETO TOT. 142
BELLUNO 4
PADOVA 25
ROVIGO 9
TREVISO 22
VENEZIA 27
VERONA 32
VICENZA 23
TOTALE 2.980

 

Bando ANPAL navigator, ci siamo, arrivano i navigator!

 

Vedi anche gli ultimi aggiornamenti.

E’ di poco fa la notizia che Governo e Regioni hanno trovato un’intesa sull’assunzione di 3.000 navigator.

A questo punto la strada del concorso è aperta. La prova di concorso si terrà probabilmente nella prima metà di maggio.

Secondo Repubblica:

Via libera delle Regioni ai navigator, le nuove figure professionali previste dal decreto sul reddito di cittadinanza, che dovranno aiutare i disoccupati a trovare lavoro. Ma il loro numero si dimezza, passando dai 6.000 previsti originariamente a 3.000. La Conferenza delle Regioni ha dato quindi all’unanimità parere favorevole per un accordo con il governo. E’ anche previsto un piano nazionale che definirà le modalità attuative del loro utilizzo, lasciando decidere in maniera autonoma le Regioni. L’accordo verrà recepito in un emendamento al “decretone”, attualmente all’esame della Camera.

La Grieco, coordinatrice delle Regioni, ha dichiarato che:

“Riteniamo che in questa fase le strutture regionali siano in grado di assorbire e utilizzare al meglio un numero fino a 3.000 navigator. In fase definitiva, quando le Regioni faranno i concorsi e verrà assunto in via definitiva personale dei centri per l’impiego, il numero tornerà a salire”.

Perciò sommando anche le assunzioni fatte direttamente dalle Regioni il numero complessivo del nuovo personale salirà ancora di più.

Dove trovare ulteriori informazioni

Per saperne di più sulle possibilità di lavoro nel settore dell’orientamento (inclusi i navigator) puoi partecipare al mio seminario Come formarti e lavorare nell’orientamento, a Milano il 16 marzo 2019.

Come formarti per imparare a lavorare come orientatore / addetto politiche attive

Vedi la pagina dedicata a materiali gratuiti per lo svolgimento di attività di orientamento. Vedi il sito Consulenti di Carriera.

Vedi gli altri articoli sul reddito di cittadinanza:

  1. Fonte ANPAL: probabili criteri di valutazione dei curricula e temi dell’orale
  2. Arriva il reddito di cittadinanza (e il potenziamento dei servizi per il lavoro)
  3. La messa a regime del reddito di cittadinanza aumenta le possibilità di lavoro per gli operatori di orientamento
  4. Quali strategie per lavorare come Navigator sul reddito di cittadinanza
  5. Di Maio: I navigator (nei prossimi anni) saranno stabilizzati
  6. “I Navigator vanno formati, non li troviamo al supermercato. Rischio Tsunami sui centri per l’impiego”
  7. I navigator lavoreranno anche presso le agenzie accreditate
  8. Il Navigator per la gestione del reddito di cittadinanza
  9. 4.000 assunzioni per i centri per l’impiego
  10. App e psicologi per i nuovi centri per l’impiego
  11. Reddito di cittadinanza: cosa ne pensano le Regioni
  12. Psicologi e orientatori le figure più necessarie per i nuovi centri per l’impiego
  13. Possibilità formative per aspiranti operatori di orientamento

Articolo contenuto sul sito www.orientamento.it. Autore © Leonardo Evangelista. L’articolo rispecchia le opinioni dell’autore al momento dell’ultima modifica. Leggi Informativa privacy, cookie policy e copyright.

Scopri / approfondisci le opportunità di lavoro nell’orientamento

Come formarti e lavorare nell’orientamento (incluso Navigator)

Da un paio d’anni la richiesta di orientatori è aumentata grazie all’introduzione della NASPI e del relativo Assegno di ricollocazione. L’avvio del Reddito di cittadinanza crea ulteriori opportunità, sia nei centri per l’impiego che presso le agenzie private. Il seminario informativo Come formarti e lavorare nell’orientamento, che terrò a Milano il 16 Marzo, ti spiega in dettaglio come formarsi al meglio per lavorare nel settore, chi sono i possibili datori di lavoro, come contattarli. Farò anche un approfondimento sulla figura del navigator. Il seminario è rivolto a neolaureati in discipline psicologiche, pedagogiche, sociali, economiche, giuridiche; oppure persone che hanno un buon livello culturale e una significativa esperienza lavorativa in altri ambiti. Il programma dettagliato e le modalità di iscrizione sono descritti a questa pagina.

Corsi e Laboratori per imparare a lavorare nell’orientamento o migliorare la tua professionalità (se già ci lavori):

La Cassetta degli Attrezzi dell’Addetto politiche attive / Career Coach / Orientatore

Le conoscenze e gli strumenti necessari per svolgere consulenza di orientamento. A MILANO una nuova edizione il 22, 23, 24 Marzo. Vedi per maggiori informazioni.

Laboratorio sul bilancio di competenze per la consulenza di carriera

Il Laboratorio, previsto a Milano il 30 e 31 Marzo 2019, ti permette di esercitarti nel bilancio di competenze. Ogni partecipante svolgerà in aula, sotto la mia supervisione, due bilanci di competenze individuali, uno nel ruolo del consulente e l’altro nel ruolo di utente. Leggi per maggiori informazioni.

 

a MILANO 11-12 Maggio 2019

 

a MILANO il 25 Maggio 2019

 

a MILANO il 26 Maggio 2019

 

A Milano l’8 Giugno 2019

 

Tutti i corsi sono tenuti da Leonardo Evangelista Profilo LinkedIn

 

Articolo contenuto sul sito www.orientamento.it. Autore © Leonardo Evangelista. L’articolo rispecchia le opinioni dell’autore al momento dell’ultima modifica. Leggi Informativa privacy, cookie policy e copyright.

Ma cosa si intende per Navigator?

Lo scrivo sperando di non dovermi ripetere ogni volta che posto una notizia col termine navigator: il termine navigator non esiste, è una parola americana utilizzata da Mimmo Parisi, adesso Presidente ANPAL.

Nessuno poteva aspettarsi che Parisi, che mancava dall’Italia da oltre 30 anni e parla un cattivo italiano, potesse conoscere la situazione e la terminologia italiana relativa ai servizi per l’impiego.

Poiché il termine navigator formalmente non esiste, in nessun decreto, convenzione, accordo con valore legale comparirà mai il termine ‘navigator’.

Il decreto sul reddito di cittadinanza all’art.9 comma 3 parla di ‘tutor’ che affianca il beneficiario nella ‘ricerca intensiva della nuova occupazione’. Il termine navigator viene usato nei talk show televisivi e nella stampa per riferirsi a operatori addizionali nei centri per l’impiego per far fronte al reddito di cittadinanza.

Questi operatori, a ben vedere, non si occuperanno solo o esclusivamente di tutoraggio nella ricerca di lavoro, ma faranno quello che c’è da fare nei centri. Immagino così che alcuni si occuperanno di incontro domanda-offerta, altri di collocamento disabili, altri ancora di attivazione e monitoraggio tirocini, etc.

Inoltre, poiché anche le agenzie per il lavoro si occuperanno di tutoraggio a persone in cerca di lavoro, possiamo anche utilizzare il termine navigator per riferirci al personale delle agenzie per il lavoro che lavorerà sui beneficiari del reddito di cittadinanza.

E per estensione, volendo possiamo utilizzare il termine navigator come sinonimo di operatore politiche attive del lavoro o di consulente di orientamento. Così ad esempio Rosario Rasizza, presidente di Assosomm, l’Associazione nazionale che raccoglie le Agenzie per il lavoro ha di recente dichiarato: «I navigator? Nelle nostre realtà ci sono ben 15mila professionisti che già da anni svolgono quel ruolo». E ugualmente, Elena Buscemi, l’assessora con delega al Lavoro di Città metropolitana di Milano, ha dichiarato che “I navigator, qui, esistono da anni. Non abbiamo dovuto attendere che Luigi Di Maio se li inventasse. Si chiamano orientatori e, solo nel 2017, hanno aiutato 33.600 persone a trovare un impiego.”

Dunque riassumendo il termine navigator può indicare:

  1. Solo gli operatori aggiuntivi che dovrebbero essere assunti dai servizi pubblici per l’impiego per orientare i percettori del reddito di cittadinanza maggiorente impiegabili
  2. Tutti gli operatori aggiuntivi che dovrebbero essere assunti dai servizi pubblici per l’impiego per far fronte ai percettori del reddito di cittadinanza maggiorente impiegabili
  3. Gli operatori aggiuntivi che dovrebbero essere assunti dai servizi pubblici per l’impiego e dalle agenzie per il lavoro per orientare i percettori del reddito di cittadinanza maggiorente impiegabili
  4. Tutti gli operatori dei servizi pubblici e privati per l’impiego

 

Tieni conto che il navigator non è l’unica possibilità per chi vuole lavorare nel settore dell’orientamento. Tutte le possibilità di lavoro e formazione nel settore dell’orientamento (incluso quello che sappiamo sul bando navigator, ma anche esempi di altri concorsi pubblici recenti per figure simili e esempi di offerte di lavoro per orientatori nel settore privato) sono descritte in dettaglio nel mio seminario a Milano sabato 16 Marzo 2019.

Se invece vuoi imparare a lavorare o migliorare la tua professionalità di consulente di orientamento, career coach, consulente di carriera, addetto alle politiche attive del lavoro, navigator allora ti consiglio i miei due corsi:

Articolo contenuto sul sito www.orientamento.it. Autore © Leonardo Evangelista. L’articolo rispecchia le opinioni dell’autore al momento dell’ultima modifica. Leggi Informativa privacy, cookie policy e copyright.

Bando ANPAL navigator aggiornamento n. 3

Vedi anche gli ultimi aggiornamenti.

A che punto sono le procedure per l’assunzione dei navigator, cioè dei tutor (questo è il nome corretto, usato nel decreto sul reddito di cittadinanza) che, presso i centri per l’impiego e presso le agenzie per il lavoro private assisteranno i beneficiari del reddito di cittadinanza nella loro ricerca di lavoro?

Finalmente abbiamo i primi numeri precisi sulle assunzioni di navigator (i 549 di cui parlo nel titolo previsti per la Puglia, leggi i dettagli più in basso).

Tieni conto che il navigator non è l’unica possibilità per chi vuole lavorare nel settore dell’orientamento. Tutte le possibilità di lavoro e formazione nel settore dell’orientamento (incluso quello che sappiamo sul bando navigator, ma anche esempi di altri concorsi pubblici recenti per figure simili e esempi di offerte di lavoro per orientatori nel settore privato) sono descritte in dettaglio nel mio seminario a Milano sabato 16 Marzo 2019.

Allora riassumo quello che sappiamo finora sull’assunzione dei navigator.

A gennaio esponenti del Governo avevano dichiarato che sarebbero stati assunti circa 10.000 navigator, dei quali 6.000 da parte di ANPAL Servizi e 4.000 da parte delle Regioni. ANPAL Servizi è una società di diritto privato controllata dal Ministero del lavoro e, poiché formalmente è un soggetto privato, può assumere con procedure più rapide di quelle che devono seguire le Regioni.

Sulla stampa erano anche usciti una serie anticipazioni sulle caratteristiche del bando di ANPAL Servizi, in particolare relativi alle lauree (aree psicologica, pedagogica, sociale, giuridica, economica, etc.), alla forma del contratto di incarico (di collaborazione, di durata biennale, con l’assicurazione del ministro Di Maio che allo scadere del contratto biennale i navigator sarebbero stati assunti dalle Regioni), al compenso annuo (30.000 € lordi).

TROPPO BELLO PER ESSERE VERO.

A oggi il bando ANPAL non è ancora uscito e non si sa se uscirà; il bando ANPAL per navigator POTREBBE CIOE’ NON USCIRE MAI.

In Italia, le competenze in materia di politiche del lavoro sono suddivise fra Ministero del Lavoro e Regioni, e la gestione dei centri per l’impiego è competenza regionale. Per questi motivi i provvedimenti relativi alle politiche del lavoro e che impattano sull’operatività dei centri per l’impiego devono essere concordati con le Regioni.

Il coordinamento delle Regioni ha bloccato l’uscita del bando ANPAL Servizi per una serie di motivi:

  1. Le Regioni vogliono selezionare direttamente il personale che andrà a lavorare presso i centri per l’impiego, e non far fare la selezione a ANPAL
  2. Nella maggioranza dei centri per l’impiego non ci sono spazi fisici a sufficienza per 6.000 o 10.000 persone aggiuntive. Il numero dei nuovi navigator va ridotto e vanno inseriti gradatamente
  3. Non è chiaro in che modo i nuovi 6.000 precari ANPAL saranno assunti dalle Regioni al termine dell’incarico biennale e con quali fondi saranno pagati se diventano dipendenti regionali. Fra l’altro il compenso promesso ai navigator ANPAL è assai superiore a quello dei dipendenti dei centri per l’impiego che svolgono le stesse mansioni.

 

I rappresentanti delle Regioni hanno dichiarato che vogliono PROCEDERE DIRETTAMENTE ALLA SELEZIONE E ALL’ASSUNZIONE del personale aggiuntivo di cui avranno bisogno per fare orientamento ai beneficiari del reddito di cittadinanza. L’assunzione diretta potrebbe essere fatta sia con nuovi concorsi banditi ad hoc, sia scorrendo graduatorie di concorsi che già sono stati fatti.

Al momento la trattativa fra Di Maio e il coordinamento delle Regioni è ancora in corso.

Sulla base delle notizie raccolte finora sembra che:

  1. NON CI SARA’ ALCUN BANDO ANPAL NAVIGATOR O SE CI SARA’ IL NUMERO DEGLI ASSUNTI DA ANPAL SERVIZI SARA’ ESTREMAMENTE MINORE
  2. LE REGIONI PROCEDERANNO DIRETTAMENTE AD ASSUMERE I NAVIGATOR DI CUI HANNO BISOGNO
  3. SE LE ASSUNZIONI SARANNO FATTE DALLE REGIONI, OGNI BANDO REGIONALE SARA’ UN BANDO A SE STANTE, CON CRITERI CHE POSSONO ESSERE SIMILI, MA ANCHE IN PARTE DIVERSI.

 

Un esempio di nuovo concorso bandito ad hoc è quello di cui ha parlato ieri Sebastiano Leo, l’assessore al Lavoro, alla Formazione e all’Istruzione della regione Puglia. La regione Puglia, al pari di quanto fatto da molte altre regioni, ha conferito tutti i centri per l’impiego in una apposita società che in Puglia si chiama Agenzia Regionale per le Politiche Attive del Lavoro (ARPAL). L’assessore Leo ha dichiarato che saranno avviate le procedure concorsuali per l’assunzione diretta di 549 navigator. Ecco la dichiarazione dell’assessore:

“Nella giornata di ieri abbiamo approvato l’atto di organizzazione e la dotazione organica, secondo cui l’Agenzia dovrà dotarsi di personale pari a 941 unità. Ad oggi l’Agenzia può contare sulle prestazioni di 392 dipendenti con una carenza di personale pari a 549 unità, indispensabili per rendere l’ARPAL efficiente ed efficace tanto nella erogazione delle prestazioni di politiche attive per il lavoro quanto nel mantenimento dei servizi minimi essenziali. Nelle prossime settimane inizieremo il percorso per avviare suddetto potenziamento, tutti questi aspetti sono inoltre oggetto di continuo confronto con le parti sociali”.

Anche la Regione Toscana ha annunciato un concorso pubblico per l’assunzione di navigator.

Una notizia relativa allo scorrimento di graduatorie già esistenti è quella relativo al ricorso alla Corte costituzionale preannunciato dalla Regione Toscana. La Regione toscana ha preannunciato ricorso alla Corte costituzionale contro una norma della legge finanziaria del 2018 che vieta di scorrere graduatorie.

Se vuoi ricevere gli ultimi aggiornamenti sui navigator e temi collegati direttamente nella tua casella di posta inserisci la tua mail nello spazio newsletter che si trova in fondo in fondo alla pagina.

Come formarti per imparare a lavorare come orientatore / addetto politiche attive

Vedi la pagina dedicata a materiali gratuiti per lo svolgimento di attività di orientamento. Vedi il sito Consulenti di Carriera.

Vedi gli altri articoli sul reddito di cittadinanza:

  1. Fonte ANPAL: probabili criteri di valutazione dei curricula e temi dell’orale
  2. Arriva il reddito di cittadinanza (e il potenziamento dei servizi per il lavoro)
  3. La messa a regime del reddito di cittadinanza aumenta le possibilità di lavoro per gli operatori di orientamento
  4. Quali strategie per lavorare come Navigator sul reddito di cittadinanza
  5. Di Maio: I navigator (nei prossimi anni) saranno stabilizzati
  6. “I Navigator vanno formati, non li troviamo al supermercato. Rischio Tsunami sui centri per l’impiego”
  7. I navigator lavoreranno anche presso le agenzie accreditate
  8. Il Navigator per la gestione del reddito di cittadinanza
  9. 000 assunzioni per i centri per l’impiego
  10. App e psicologi per i nuovi centri per l’impiego
  11. Reddito di cittadinanza: cosa ne pensano le Regioni
  12. Psicologi e orientatori le figure più necessarie per i nuovi centri per l’impiego
  13. Possibilità formative per aspiranti operatori di orientamento

 

Articolo contenuto sul sito www.orientamento.it. Autore © Leonardo Evangelista. L’articolo rispecchia le opinioni dell’autore al momento dell’ultima modifica. Leggi Informativa privacy, cookie policy e copyright.

Calano in rete le ricerche per navigator

Google trends permette di seguire la popolarità di specifici termini di ricerca. La popolarità del termine navigator (riferito al tutor che si occuperà di assistere i beneficiari del reddito di cittadinanza a trovare lavoro) ha raggiunto il massimo raggiunto nella settimana 27 gennaio-2 febbraio. Al momento il volume delle ricerche è calato di circa il 30%

Un andamento simile hanno avuto altri termini collegati come ad esempio bando navigator, ANPAL, ANPAL navigator, etc.

La regione dove sono state fatte maggiori ricerche del termine navigator è di gran lunga la Basilicata.

 

Se cerchi maggiori informazioni relative all’assunzione dei ‘navigator’ e alle più generali ottime possibilità di lavoro nel settore dell’orientamento puoi frequentare il mio seminario Come formarti e lavorare nell’orientamento (incluso Navigator) che terrò a MILANO 16 marzo 2019. L’edizione del 9 Febbraio è andata esaurita, alcune persone sono rimaste fuori, se sei interessata/o ti suggerisco di iscriverti prima possibile.

Ho inoltre messo a calendario un’altra edizione di La Cassetta degli Attrezzi del Consulente di orientamento / aspirante Navigator  a MILANO il 22, 23, 24 Marzo perché quella del 1, 2, 3 Marzo è esaurita.

 

Vedi tutti i corsi previsti per il primo semestre 2019:

 

Articolo contenuto sul sito www.orientamento.it. Autore © Leonardo Evangelista. Leggi Informativa privacy, cookie policy e copyright.

Ciao Ciao ANPAL / Come formarsi e lavorare nell’orientamento

Nell’incontro che si è tenuto ieri a Roma fra il Ministro Di Maio e i rappresentanti delle Regioni, le Regioni hanno chiesto di poter assumere direttamente i 6.000 ‘navigator’ che il Governo aveva inizialmente previsto di far assumere da ANPAL Servizi. Verrebbe meno così il ruolo di ANPAL Servizi. Ministro e Regioni hanno fissato un incontro ulteriore la settimana prossima.

Questa e altre notizie relative all’assunzione dei ‘navigator’ (in realtà il decreto sul reddito di cittadinanza parla di ‘tutor’ a supporto dell’inserimento lavorativo, il termine navigator non compare mai) saranno uno dei temi della mia giornata informativa Come formarti e lavorare nell’orientamento (incluso Navigator) che terrò a MILANO 16 marzo 2019. L’edizione del 9 Febbraio è andata esaurita, alcune persone sono rimaste fuori, se sei interessata/o ti suggerisco di iscriverti prima possibile.

Ho inoltre messo a calendario un’altra edizione di La Cassetta degli Attrezzi del Consulente di orientamento / aspirante Navigator  a MILANO il 22, 23, 24 Marzo perché quella del 1, 2, 3 Marzo è esaurita.

 

Vedi tutti i corsi previsti per il primo semestre 2019:

 

Articolo contenuto sul sito www.orientamento.it. Autore © Leonardo Evangelista. Leggi Informativa privacy, cookie policy e copyright.

 

Bando ANPAL Navigator, aggiornamento n. 2

Vedi anche gli ultimi aggiornamenti.

Molte persone, soprattutto laureate, sono interessate al bando ANPAL per il navigator, l’operatore che dovrebbe assistere nella loro ricerca di lavoro i beneficiari del reddito di cittadinanza. In particolare molte persone vorrebbero sapere quando uscirà il bando, quali saranno i requisiti per partecipare al bando, quali le prove d’esame, quali titoli saranno valutabili e i criteri di valutazione dei titoli, quali saranno i tempi d’entrata in servizio dei navigator che superano la prova di selezione.

Questo articolo riassume quello che sappiamo al momento sul bando ANPAL navigator sulla base di anticipazioni che sono uscite sulla stampa. Tieni conto che alcune di queste anticipazioni sono contraddittorie e che l’unico modo per avere risposte certe è attendere l’uscita del bando. Tieni anche conto che il bando navigator non è l’unica possibilità per chi vuole lavorare nel settore dell’orientamento. Tutte le possibilità di lavoro e formazione nel settore dell’orientamento (incluso quello che sappiamo sul bando navigator, ma anche esempi di altri concorsi pubblici recenti per figure simili e esempi di offerte di lavoro per orientatori nel settore privato) sono descritte in dettaglio nel mio seminario previsto a Milano sabato 16 marzo 2019. Ne ho già svolto uno il 9 febbraio, andato esaurito, ne ho messo un altro a calendario perché alcune persone interessate hanno aspettato l’ultimo momento pe iscriversi e sono rimaste fuori; perciò se sei interessata/o alle opportunità di lavoro nel settore dell’orientamento, incluso navigator, iscriviti al più presto. Se invece vuoi imparare a lavorare o migliorare la tua professionalità di consulente di orientamento, career coach, consulente di carriera, addetto alle politiche attive del lavoro,  allora ti consiglio i miei corsi.

Allora riassumo quello che sappiamo finora sul bando navigator:

  • Dovrebbero essere assunte 10.000 persone, delle quali 6.000 da ANPAL servizi spa, che è una società controllata dal Ministero del Lavoro. Le altre 4.000 saranno assunte dalle Regioni
  • Tridico, consigliere economico di Di Maio (nella foto in questa pagina), ha dichiarato la settimana scorsa che il bando ANPAL sarebbe uscito entro il 15 febbraio (perciò questa settimana). I bandi regionali richiedono molto più tempo; l’ipotesi più ottimistica è settembre, ma quella più verosimile è che ci vorrà circa 1 anno, perciò i vari bandi regionali dovrebbero uscire a febbraio 2020.
  • Il bando sarebbe pronto, ma il Titolo V della Costituzione assegna le potestà legislative sulle politiche attive del lavoro alle Regioni, perciò è opportuno che il bando esca solo dopo l’accordo con la Conferenza delle Regioni. Toscana e Veneto hanno minacciato un ricorso alla Corte costituzionale se l’assunzione dei navigator ANPAL non sarà negoziata con le regioni. La necessità di questo accordo sta allungando i tempi e potrebbe portare a modifiche sostanziali di quanto inizialmente previsto dal Ministero del lavoro. E’ previsto un incontro fra Ministero del Lavoro e regioni domani 12 Febbraio.
  • Le ultime indiscrezioni sui contenuti del bando affermano che potranno presentare domanda solo i laureati in psicologia, scienze della formazione, giurisprudenza, economia, scienze politiche, sociologia; il voto di laurea sarà considerato. Sembra non sarà indispensabile (le indiscrezioni non ne parlano) una precedente esperienza, anche se in teoria la precedente esperienza potrebbe essere valutata con un punteggio aggiuntivo. Il motivo della mancata obbligatorietà di esperienza pregressa è secondo me che potrebbe essere difficile trovare 6.000 operatori con esperienza pregressa. Ci sarà una preselezione basata sull’esame delle domande e poi una prova a riposta multipla basata su test psicoattitudinali e domande di carattere giuridico sulle normative relative alle politiche attive del lavoro. La prova dovrebbe tenersi a Roma.

Se vuoi ricevere gli ultimi aggiornamenti sui navigator e temi collegati direttamente nella tua casella di posta inserisci la tua mail nello spazio newsletter che si trova in fondo in fondo alla pagina.

Come formarti per imparare a lavorare come orientatore / addetto politiche attive

Vedi la pagina dedicata a materiali gratuiti per lo svolgimento di attività di orientamento. Vedi il sito Consulenti di Carriera.

Vedi gli altri articoli sul reddito di cittadinanza:

  1. Fonte ANPAL: probabili criteri di valutazione dei curricula e temi dell’orale
  2. Arriva il reddito di cittadinanza (e il potenziamento dei servizi per il lavoro)
  3. La messa a regime del reddito di cittadinanza aumenta le possibilità di lavoro per gli operatori di orientamento
  4. Quali strategie per lavorare come Navigator sul reddito di cittadinanza
  5. Di Maio: I navigator (nei prossimi anni) saranno stabilizzati
  6. “I Navigator vanno formati, non li troviamo al supermercato. Rischio Tsunami sui centri per l’impiego”
  7. I navigator lavoreranno anche presso le agenzie accreditate
  8. Il Navigator per la gestione del reddito di cittadinanza
  9. 000 assunzioni per i centri per l’impiego
  10. App e psicologi per i nuovi centri per l’impiego
  11. Reddito di cittadinanza: cosa ne pensano le Regioni
  12. Psicologi e orientatori le figure più necessarie per i nuovi centri per l’impiego
  13. Possibilità formative per aspiranti operatori di orientamento

 

Altre fonti oltre a quelle già citate nell’articolo:

 

Articolo contenuto sul sito www.orientamento.it. Autore © Leonardo Evangelista. L’articolo rispecchia le opinioni dell’autore al momento dell’ultima modifica. Leggi Informativa privacy, cookie policy e copyright.

Bando ANPAL Navigator, aggiornamento n. 1

Vedi anche gli ultimi aggiornamenti.

Quali saranno i requisiti per partecipare al bando ANPAL per l’assunzione di 6000 navigator (gli operatori di orientamento che sosterranno i beneficiari del reddito di cittadinanza nella loro ricerca di lavoro)?

Come sarà strutturata la selezione dei navigator ANPAL?

Quando uscirà esattamente il bando ANPAL?

Queste sono le domande che in queste ultime settimane si stanno facendo molti operatori impegnati nelle politiche attive del lavoro e nella selezione del personale, nonché molti neolaureati in discipline affini.

Provo a rispondere sulla base delle notizie uscite in questi ultimi giorni.

L’uscita del bando ANPAL navigator è rallentata dalla trattativa fra Regioni e Governo. Le Regioni infatti sono pienamente titolari e responsabili dei centri per l’impiego, e i navigator assunti da ANPAL dovrebbero andare a lavorare presso queste strutture. È necessario perciò un accordo fra Regioni e Governo. Molte Regioni non sono contente di vedersi arrivare centinaia di nuovi addetti perché non hanno abbastanza scrivanie e spazi per ospitarli, perché non li hanno selezionati direttamente, perché infine, l’assunzione a tempo indeterminato al termine dei due anni di contratto precario promessa dal Ministro Di Maio dovrebbe essere fatta dalle Regioni.

A causa di questa trattativa l’uscita del bando ANPAL, inizialmente promessa subito dopo la pubblicazione del decreto relativo al Reddito di cittadinanza su La Gazzetta Ufficiale (avvenuta il 29 gennaio), è slittata a metà febbraio.

Relativamente al contenuto delle prove di selezione. Del Conte, Presidente uscente ANPAL, avrebbe affermato che la prova di selezione non sarà più basata su tipo di laurea e esame orale, ma su tipo di laurea e test scritto a risposta multipla. Poiché sono attese circa 50.000 domande, svolgere colloqui con le persone che passano la prima fase della selezione basata sull’esame del tipo di laurea avrebbe richiesto troppo tempo. Il test scritto a risposta multipla, anche se assai meno preciso di un colloquio di selezione approfondito, accorcia enormemente i tempi della selezione e inoltre riduce il rischio di ricorsi. La prova scritta prevederebbe una batteria dei famigerati test psicoattitudinali e poi domande relative a normativa sulle politiche attive.

Un articolo sul sito Linkiesta afferma che non sarà richiesta esperienza pregressa, ma mi sembra poco verosimile perché questo allungherebbe enormemente la durata della formazione necessaria prima che i navigator diventino operativi, mentre il Governo ha fretta. Lo stesso articolo afferma che Mimmo Parisi, futuro Presidente ANPAL, avrebbe affermato che la formazione dei navigator avverrà sul campo e durerà 6-8 mesi.

Una articolo su Huffinghton Post afferma che potrebbe essere richiesto un voto minimo di laurea e che dovrebbe esserci 1 navigator ogni 10-20 disoccupati.

Se vuoi ricevere gli ultimi aggiornamenti sui navigator e temi collegati direttamente nella tua casella di posta inserisci la tua mail nello spazio newsletter che si trova in fondo in fondo alla pagina.

Dove trovare ulteriori informazioni

Per saperne di più sulle possibilità di lavoro nel settore dell’orientamento (inclusi i navigator) puoi partecipare al mio seminario Come formarti e lavorare nell’orientamento, a Milano il 16 marzo 2019.

Come formarti per imparare a lavorare come orientatore / addetto politiche attive

Vedi la pagina dedicata a materiali gratuiti per lo svolgimento di attività di orientamento. Vedi il sito Consulenti di Carriera.

Per approfondimenti su questo articolo e sul reddito di cittadinanza

 

Vedi gli altri articoli sul reddito di cittadinanza:

  1. Fonte ANPAL: probabili criteri di valutazione dei curricula e temi dell’orale
  2. Arriva il reddito di cittadinanza (e il potenziamento dei servizi per il lavoro)
  3. La messa a regime del reddito di cittadinanza aumenta le possibilità di lavoro per gli operatori di orientamento
  4. Quali strategie per lavorare come Navigator sul reddito di cittadinanza
  5. Di Maio: I navigator (nei prossimi anni) saranno stabilizzati
  6. “I Navigator vanno formati, non li troviamo al supermercato. Rischio Tsunami sui centri per l’impiego”
  7. I navigator lavoreranno anche presso le agenzie accreditate
  8. Il Navigator per la gestione del reddito di cittadinanza
  9. 4.000 assunzioni per i centri per l’impiego
  10. App e psicologi per i nuovi centri per l’impiego
  11. Reddito di cittadinanza: cosa ne pensano le Regioni
  12. Psicologi e orientatori le figure più necessarie per i nuovi centri per l’impiego
  13. Possibilità formative per aspiranti operatori di orientamento

 

Articolo contenuto sul sito www.orientamento.it. Autore © Leonardo Evangelista. L’articolo rispecchia le opinioni dell’autore al momento dell’ultima modifica. Leggi Informativa privacy, cookie policy e copyright.