Iscriviti al Master in Orientamento degli Adulti con certificazione delle competenze per Orientatore

 

Il Master in Orientamento degli Adulti, svolto a distanza di sabato da gennaio ad aprile 2021, ti permette di ottenere l’Attestato di competenza della Regione Lombardia per il profilo professionale di Orientatore, valido in tutta Italia.

Sono previsti crediti formativi per chi ha già partecipato a corsi sull’orientamento.

Trovi maggiori informazioni a questa pagina.

Articolo contenuto sul sito www.orientamento.it. Autore © Leonardo Evangelista. Leggi Informativa privacy, cookie policy e copyright.

 

Guida: La certificazione delle competenze spiegata semplice

 

La certificazione delle competenze è un tema importante ma ostico, con questo e-book ho voluto renderlo comprensibile a tutti.

Questo e-book spiega in dettaglio i significati e l’utilizzo dei termini competenze e certificazione, la normativa relativa alla certificazione delle competenze lavorative acquisite al di fuori di percorsi di apprendistato e di studio formali, la strutturazione dei dispositivi regionali per la certificazione di tali competenze. L’e-book dedica invece solo dei cenni alla certificazione delle competenze in ambito formativo e educativo.

Questo è il terzo e-book che, complice il Covid, ho scritto negli ultimi 12 mesi. Gli altri due sono Manuale sulla consulenza di orientamento per adulti, ad uso di navigator e neo-orientatori e Mai più disoccupato/a. La mia Guida efficace per la tua ricerca di lavoro. Questi tre e-book riportano i risultati più importanti di alcuni dei temi di cui mi occupo nella mia attività professionale.

Puoi acquistare la Guida da questa pagina su Amazon al costo di 9,99 €.

Indice

Introduzione
Chi sono
Una sintesi dell’e-book in una pagina
1. Il contesto normativo
1.1. La Raccomandazione del Consiglio Europeo del 20 dicembre 2012
1.1.1. Il rapporto fra convalida dei risultati degli apprendimenti non formali e informali e convalida di conoscenze, abilità e competenze
1.1.2. Il rapporto fra convalida e certificazione
1.2. Il valore sociale della convalida dell’apprendimento non formale e informale
1.3. Lo sviluppo normativo in Italia
2. Cosa certifichiamo quando certifichiamo le competenze
2.1. I tre significati principali del termine competenza/e
2.1.1. Significato A. Competenza come generica capacità di svolgere correttamente un determinato ruolo lavorativo
2.1.2. Significato B. Competenza come caratteristica personale utilizzabile sul lavoro
2.1.3. Significato C. Competenza come attività principale di una specifica mansione lavorativa
2.1.4. Un confronto fra i vari approcci / significati
2.2. Cosa certifichiamo. Visione d’insieme
3. La certificazione regionale delle competenze
3.1. La strutturazione dei dispositivi regionali di certificazione delle competenze
3.2. I profili professionali regionali
3.3. Il sito Atlante del lavoro e delle qualificazioni
3.4. Le fasi della certificazione regionale delle competenze
3.5. Le figure coinvolte nel processo
3.6. Il colloquio di identificazione delle competenze e la preparazione del dossier delle Evidenze
3.7. L’esame di certificazione
3.7.1. Le indicazioni nazionali e regionali
3.7.2. La scelta del tipo di verifica
3.7.3. L’attestazione consegnata
8. Appendici
Appendice 1 Linee guida IMPROVE per la validazione dei risultati dell’apprendimento non formale e informale
Appendice 2. La validazione dei risultati degli apprendimenti non formali e informali in pratica

Articolo contenuto sul sito www.orientamento.it. Autore © Leonardo Evangelista. Leggi Informativa privacy, cookie policy e copyright.

 

Master in Orientamento degli Adulti con certificazione delle competenze per Orientatore

Il Master è in svolgimento, se ti interessa il tema di qualche giornata puoi partecipare.

Se hai oltre 600 ore di attività di consulenza retribuita puoi ancora iscriverti entro il 28 febbraio 2021 alla sola fase certificativa.

E’ prevista una nuova edizione nell’autunno 2021.

Per informazioni puoi inviarmi una mail l.evangelista@orientamento.it

…………………..

Grazie a questo Master migliorerai la tua capacità di svolgere consulenza di orientamento / consulenza di carriera / career counseling / career coaching / outplacement con persone adulte e otterrai una certificazione di competenza per il profilo di Orientatore Regione Lombardia valido su tutto il territorio nazionale.

Il Master è indirizzato innanzitutto a operatori che già lavorano nel settore, ad esempio per agenzie formative, agenzie per il lavoro, centri per l’impiego, servizi di orientamento di altri soggetti pubblici e privati. Possono partecipare anche neolaureati in ambito psicologico, educativo, sociologico, economico, giuridico.

LA STRUTTURA DEL MASTER

Il Master in Orientamento degli Adulti si compone di due fasi:

  • una fase formativa, dove seguirai 9 incontri a distanza via webinar (di sabato, in orario 9-13 e 14-17, nel periodo gennaio-aprile 2021). La fase formativa è un programma completo dedicato alle metodologie e agli strumenti che devi padroneggiare per svolgere consulenza orientativa con persone adulte normodotate. Il programma comprende tutti i miei corsi singoli dedicati all’orientamento con adulti: Cassetta degli attrezzi, Laboratorio sul bilancio, Laboratorio tecniche espressive, Gestione dei gruppi, LinkedIn per la ricerca di lavoro, in più riceverai, per il tuo studio individuale, anche il corso a distanza Come formarsi e lavorare nell’orientamento.
  • una fase certificativa, dove ti assisteremo nella preparazione di un Portfolio delle evidenze relativo alle tue competenze nell’orientamento e sosterrai un esame che ti permetterà di conseguire l’Attestato di competenza della Regione Lombardia per il profilo professionale di Orientatore. Scarica il profilo Orientatore Vedi il sito Regione Lombardia dedicato alla certificazione delle competenze. Leggi la descrizione della procedura.

Puoi partecipare alla fase certificativa del Master se hai almeno 300 ore di esperienza retribuita nella consulenza di orientamento.

Se non hai 300 ore esperienza ma hai una laurea in ambito psicologico, educativo, sociologico, economico, giuridico puoi partecipare alla sola fase formativa, ottenendo un attestato di partecipazione finale.

Se hai già seguito altre attività formative sull’orientamento, da chiunque organizzate, puoi scegliere di seguire solo le lezioni che ti interessano. La riduzione del percorso, da concordare con Evangelista, comporta una riduzione del costo del Master, pari a 89 € per ogni giornata che scegli di non seguire.

Se hai almeno 600 ore di attività di consulenza di orientamento retribuita puoi scegliere di partecipare alla sola fase di certificazione.

ATTESTAZIONI

Se partecipi alla fase certificativa otterrai un Attestato di competenza relativo alle competenze del profilo orientatore della Regione Lombardia. l’Attestato di competenza della Regione Lombardia è un documento ufficiale che prova la tua professionalità e che può essere considerato, anche fuori dalla Lombardia, se partecipi a concorsi pubblici per il profilo di Orientatore o se cerchi lavoro come Orientatore. Vedi un fac simile Esempio-attestato competenza

Se partecipi alla fase formativa otterrai un Attestato di partecipazione al Master in Orientamento degli Adulti, dove è descritto il percorso formativo, il project work e dichiarato che hai superato un esame di verifica finale.

IL CORPO DOCENTE

L’attività di formazione sarà svolta da Leonardo Evangelista, uno psicologo del lavoro specializzato nella formazione di operatori di orientamento, gestore del sito www.orientamento.it. L’attività di certificazione sarà svolta da S.C. Formaprof, un’agenzia formativa di Milano accreditata con la Regione Lombardia per i servizi di formazione e orientamento.

IL CALENDARIO

Il Master si terrà via webinar in orario 9-13 e 14-17 per un totale di 67 ore  (63 ore di formazione + 4 di certificazione); a queste vanno aggiunte una o più ore di colloquio individuale per la compilazione del Portfolio delle evidenze e le 4 ore dell’esame in presenza. Il programma e le date del Master in Orientamento degli adulti sono le seguenti:

giornata Data
1 Sabato 23 gennaio 2021 Metodi e strumenti per la consulenza per la ricerca di lavoro (incluso utilizzo di LinkedIn)
2 Sabato 30 gennaio 2021 La consulenza per la scelta della professione obiettivo e Il bilancio di competenze
3 Sabato 6 febbraio 2021 La gestione del colloquio di orientamento utilizzando le abilità di counseling e coaching
4 Sabato 20 febbraio 2021 Project work: il bilancio di competenze per la consulenza di carriera
5 Sabato 27 febbraio 2021 Project work: il bilancio di competenze per la consulenza di carriera
6 Sabato 13 marzo 2021 (solo 4 ore in orario 9-13) Preparazione per la procedura di certificazione (solo per chi partecipa all’esame di certificazione)
7 20 marzo 2021 L’uso delle tecniche espressive (disegni, foto, testi) per la consulenza di orientamento
8 27 marzo 2021 La gestione di corsi di orientamento
9 10 aprile 2021 Il quadro normativo relativo alle politiche attive / Analisi di casi
10 17 aprile 2021 Analisi di casi e esame finale del percorso formativo
11 data da definire Esame di certificazione scritto in presenza a Milano. Eventuale orale a distanza due giorni nel caso in cui non hai superato pienamente la prova scritta

 

MODALITA’ DIDATTICHE E MATERIALI DIDATTICI

L’attività formativa sarà basata principalmente su metodologie attive: simulazioni, analisi di casi, altre esercitazioni in piccolo gruppo. Se sarai assente a qualcuno degli incontri potrai seguire una sintesi video registrata. Come project work realizzerai un bilancio di competenze di un altro partecipante utilizzando un set di schede sviluppate per la consulenza di carriera.

I materiali didattici sono composti da schede da utilizzare nelle attività con i tuoi utenti (persone in cerca di lavoro o in ricollocazione professionale) più istruzioni molto dettagliate per il loro utilizzo, più un Manuale sulla consulenza di orientamento, per un totale, per chi segue tutto il percorso formativo, di circa 400 pagine. I materiali vengono distribuiti a ciascun corsista con l’autorizzazione all’uso personale per lo svolgimento di attività di orientamento / coaching di carriera / politiche attive / outplacement con i propri utenti (persone disoccupate in cerca di lavoro o occupate in ricollocazione professionale). L’uso per altre attività non è permesso.

Dei materiali didattici fanno parte:

  • due percorsi di bilancio di competenze individuale, uno per utenti con professionalità e/o livello culturale medio basso e l’altro per utenti con buona professionalità e/o livello culturale
  • un percorso di bilancio di competenze da svolgere in gruppo
  • un set di schede da utilizzare per la consulenza individuale sulla ricerca di lavoro
  • un percorso sulle tecniche di ricerca attiva di lavoro da svolgere in gruppo
  • un fascicolo con 40 attività espressive per la ricostruzione del percorso formativo e professionale, l’autoanalisi delle proprie capacità e aspirazioni, la definizione di obiettivo e piano d’azione, l contrasto alla demoralizzazione

MODALITÀ DI ISCRIZIONE E INFORMAZIONI

Il costo di partecipazione al Master in Orientamento degli adulti (formazione più certificazione) è di 1.160 € da versare: 200 € al momento dell’iscrizione; 600 € entro il 9 gennaio 2021, il saldo 360 € entro il 5 marzo 2021.

Il costo di partecipazione alla sola formazione è di 800 € (200 € al momento dell’iscrizione, 440 € entro il 9 gennaio, 160 € entro il 5 marzo)

Il costo di partecipazione alla sola certificazione è di 360 € (160 € al momento dell’iscrizione, 200 € entro il 5 marzo)

Le iscrizioni alla fase formativa sono chiuse. Se hai oltre 600 ore di attività di consulenza retribuita puoi iscriverti alla sola fase certificativa entro il 28 febbraio 2021.

Per informazioni puoi scrivermi a Leonardo Evangelista l.evangelista@orientamento.it. Prima dell’iscrizione è necessario inviare un CV e fare un  colloquio via Skype.

Vedi invece i miei corsi brevi.

DOMANDE E RISPOSTE

Domanda: Qual è la validità della certificazione per me che non abito in regione Lombardia? (validità per cercare lavoro, per concorsi pubblici, etc).

Risposta: L’attestazione di competenza rilasciata direttamente dalla Regione Lombardia è un indicatore delle sue capacità (dice che lei ha superato un esame secondo una procedura normata da una legge regionale, e che possiede le competenze che caratterizzano la figura di Orientatore nel repertorio professionale della Regione Lombardia). Il valore assegnato a questo indicatore dipende da chi lo esamina, in specifico dal valore che chi lo esamina attribuisce al sistema di certificazione delle competenze della Regione Lombardia. A livello nazionale è inoltre in atto un processo di riconoscimento reciproco fra Regioni degli attestati conseguiti in Regioni diverse.

Domanda: Cosa succede se manco a uno o più incontri?

Risposta: In caso di assenza riceverà un video (con relativa trascrizione) sul tema della giornata che ha perso più i relativi materiali distribuiti ai partecipanti. Per le giornate 10 e 17 aprile sono previsti solo materiali (non c’è video) perché si tratta di esercitazioni.

Domanda: Qual è esattamente la normativa relativa alla certificazione delle competenze per la Regione Lombardia?

Risposta: Può accedere a tutte le informazioni da questa pagina.

 

Articolo contenuto sul sito www.orientamento.it. Autore © Leonardo Evangelista. Leggi Informativa privacy, cookie policy e copyright.

 

Materiali per bilanci di competenze con migranti

I bilanci di competenze basati su schede di autoanalisi che l’utente deve riempire non sono adatti a persone che hanno scarsa capacità di scrittura (a causa di basso livello culturale o, come nel caso di alcuni migranti, perché non padroneggiano l’italiano). Una possibilità è che l’operatore di orientamento usi le schede di autoanalisi come traccia per il colloquio e scriva direttamente nelle schede gli elementi che emergono. Tuttavia anche con questa modalità rimane problematico utilizzare schede basate su elenchi di caratteristiche personali (ad esempio capacità trasferibili, atteggiamenti) o di professioni.

Con utenti con scarsa capacità di scrittura è utile utilizzare, sia nel bilancio di competenze che nella consulenza di orientamento in generale, tecniche espressive quali disegni, immagini, oggetti, attività pratiche, testi letterari, oppure schede di autoanalisi semplificate.

Questo approccio è spiegato in dettaglio nel mio corso Laboratorio sulle tecniche espressive per l’orientamento e il career coaching mentre obiettivi e modalità generali di svolgimento del bilancio di competenze sono spiegate nei miei corsi La Cassetta degli attrezzi (a distanza con video registrati, a distanza via webinar, in aula) e Il bilancio di competenze per l’orientamento (a distanza con video registrati).

I seguenti materiali sono utili per svolgere bilanci di competenze e più in generale attività di orientamento con migranti:

  • 60 carte illustrate dedicate a caratteristiche e interessi personali, complete di istruzioni per il loro utilizzo. Ogni carta riporta una specifica caratteristica / interesse in italiano e la traduzione in arabo, francese, inglese, spagnolo, russo, turco, farsi, tigrino. Ogni carta contiene inoltre una serie di domande da porre all’utente per indagare il possesso della caratteristica / interesse specifico. Il file con tutte le carte va stampato e poi le carte vanno ritagliate.

Esempio di una carta: fronte

retro

 

  • 95 immagini di professioni col nome in italiano, inglese, francese, arabo, spagnolo, tedesco (cortesia di Diego Boerchi e Paola Magnano). Le istruzioni spiegano come usarle per un test di interessi oppure con gruppi di utenti.

I materiali sono stati sviluppati da vari ricercatori / operatori in progetti nazionali o europei.

Puoi finalizzare l’acquisto al costo di 90 €  CLICCANDO QUI (si apre una pagina dove puoi inserire i tuoi dati e scegliere la modalità di pagamento; operazione senza addebito di imposta, regime forfait art.1, c.54-89 l.190/2014).

Articolo contenuto sul sito www.orientamento.it. Autore © Leonardo Evangelista. Leggi Informativa privacy, cookie policy e copyright.

Gestione d’aula: ridurre il tempo in apnea

In questi giorni sto progettando una formazione a distanza sulla certificazione delle competenze. Come sempre cerco di ridurre il più possibile la lezione frontale.

L’immagine che mi è venuta in mente è che la lezione frontale è come un’immersione in apnea. Deve durare poco; il gruppo ha necessità di riprendere fiato, attraverso attività in piccoli gruppi, simulazioni o attività individuali.

Spiego in dettaglio le modalità ottimali di gestione d’aula nel mio corso a distanza Come gestire corsi su tecniche ricerca attiva di lavoro e di bilancio di competenze

Articolo contenuto sul sito www.orientamento.it. Autore © Leonardo Evangelista. Leggi Informativa privacy, cookie policy e copyright.

Le trappole dell’intelligenza, David Robson, 2020

Provate ad avventurarvi nei più oscuri recessi di Internet e forse troverete i commenti di un uomo di nome Kary. Afferma di avere idee geniali che potrebbero modificare l’ordine mondiale. Kary sospetta, per esempio, di essere stato rapito da un alieno vicino al fiume Navarro, in California, dopo l’incontro con una strana creatura dall’aspetto di procione, il corpo fosforescente e «furbi occhi neri». Non ricorda che cos’è successo «dopo che il piccolo bastardo» lo ha «salutato educatamente»: il resto della notte è per lui un buco nero, ma gli è nato il forte sospetto che fosse coinvolta nell’avvenimento una forma di vita extraterrestre. «Esistono molti misteri nella valle» scrive cripticamente. Kary è anche un devoto adepto dell’astrologia. «Quasi tutti [gli scienziati] credono, a torto, che [l’astrologia] non sia scientifica e non sia un argomento adatto ai loro studi seri» afferma risentito nel corso di un lungo discorso. «Si sbagliano di grosso». È convinto che l’astrologia sia la chiave per elaborare cure psichiche migliori e che chiunque non sia d’accordo su questo abbia «la testa conficcata in fondo al culo». Oltre a credere in ET e nello zodiaco, Kary crede anche che le persone possano viaggiare nell’etere con il proprio corpo astrale. La faccenda assume connotazioni più fosche quando si passa a parlare di politica. «Alcune di quelle che gli elettori pensano essere grandi verità hanno poco o nessun fondamento scientifico» afferma. Tra questi dati poco scientifici vi sono «l’idea che l’AIDS sia causato dal virus HIV» e «l’idea che la liberazione di clorofluorocarburi nell’atmosfera abbia provocato il buco nello strato di ozono». È superfluo aggiungere che queste ipotesi sono quasi universalmente accettate dalla comunità scientifica, ma Kary spiega ai suoi lettori che gli scienziati le hanno accettate per i soldi. «Spegnete la tivù e leggete i testi scientifici di base» proclama. «Dovete cominciare a capire che cos’ha in testa questa gente». Spero di non dovere essere io a dirvi che Kary si sbaglia. Certo, il web pullula di individui che hanno opinioni infondate, ma non ci aspettiamo che gli astrologi e i negazionisti dell’AIDS siano l’élite intellettuale del pianeta. Invece Kary di cognome si chiama Mullis e, lungi dall’essere il tipico complottista male informato, è uno scienziato vincitore del premio Nobel per la chimica, il che lo mette alla pari con cervelloni come Marie Curie, Albert Einstein e Francis Crick. (…) Questo libro parla del motivo per cui individui intelligenti si comportano da idioti e a volte sono ancora più inclini a sbagliare dell’individuo medio.

Fonte: Robson, David (2020) Le trappole dell’intelligenza (Italian Edition). Ponte alle Grazie.

1.8. Mai più disoccupato / a. Ecco come riuscirci

In che modo puoi evitare la disoccupazione di lungo periodo?

  1. Scegli una professione richiesta dal mercato

Innanzitutto, devi formarti e fare esperienza per professioni richieste dal mercato (vedi il prossimo capitolo).

Dopodiché, una volta trovato lavoro, devi costantemente aumentare le cose che sai fare e la tua rete di contatti nel settore.

  1. Aumenta / migliora costantemente le cose che sai fare

Molte persone, una volta occupate, non si preoccupano se l’azienda li ha destinati a un lavoro dequalificato, non stanno imparando cose nuove o non hanno la possibilità di approfondire e migliorare costantemente in quello che stanno facendo. Molte persone delegano il loro aggiornamento professionale all’impresa: se la loro impresa li mette in condizioni di imparare cose nuove (ad esempio attraverso corsi di formazione, nuove mansioni o arricchimento delle mansioni svolte) bene, altrimenti, pazienza.

È un atteggiamento rischioso. Se l’azienda chiude o si viene licenziati trovare un nuovo lavoro può rivelarsi difficile.

  1. Cura la tua immagine professionale e aumenta costantemente la tua rete

Il passaparola di settore (con persone cioè che lavorano nel settore dove vorresti lavorare o stai già lavorando) è il sistema migliore per trovare o cambiare lavoro (vedi il capitolo dedicato al passaparola). L’efficacia del tuo passaparola dipende (anche) dal numero di persone che ti conoscono, personalmente o per sentito dire.

Molte persone occupate non curano la propria immagine di persona esperta (fanno il minimo, non mostrano passione, evitano le sfide lavorative), né si preoccupano di sviluppare e mantenere una rete di relazioni con colleghi, ex colleghi, capi, fornitori (sono poco collaborativi, non sviluppano relazioni professionali significative nel loro ambiente di lavoro). È ovvio che se si libera una posizione all’interno o all’esterno della propria impresa nessuno penserà a loro.

…………………………………………….

Articolo contenuto sul sito www.orientamento.it. Autore © Leonardo Evangelista. Leggi Informativa privacy, cookie policy e copyright.

Il Palpa, il più forte di tutti

C’è una frase che ho sentito dire poco tempo fa e che mi è piaciuta: chi da giovane sceglie solo di divertirsi perché non capisce il motivo di doversi impegnare in faccende difficili e noiose si condanna da adulto a non divertirsi mai. È vero. Ora, guardandomi indietro capisco che è andata davvero così. È divertente correre a tutta velocità, camminare sull’orlo del precipizio e guardare il vuoto sotto di te. Ti fa sentire vivo, ti fa sentire immortale. Ci sono stati periodi in cui guadagnavo come un dirigente d’azienda, e non dovevo fare nessuna fatica per portare a casa quei soldi: passavo settimane intere senza allenarmi e scendevo in campo regolarmente ubriaco. Al cambio campo, il pubblico mi vedeva tirare fuori dalla borsa una bottiglia di birra. Ma vincevo. Tranne quando evitavo del tutto di scendere in campo, perché non ne avevo nessuna voglia. Ho pure comprato la stessa moto nera di Vasco Rossi, degno coronamento della mia vita spericolata. Non mi interessava niente, se non l’attimo che stavo vivendo. Ma non puoi avere vent’anni per sempre. I soldi che ho guadagnato li ho spesi. Il mio fisico che per anni ha sostenuto qualsiasi mia richiesta ora sta chiedendo il conto. Adesso non ho titoli, non ho denaro, non possiedo nulla. Neanche un conto corrente.

 

3.15. Lista di controllo della tua ricerca di lavoro

Questa lista di controllo ti aiuta a verificare se stai svolgendo la tua ricerca di lavoro in maniera ottimale. Rispondi sì o no ad ogni domanda. In generale, maggiori sono i sì e maggiori sono le tue probabilità di trovare lavoro.

INDICATORE N. 1: Non sto cercando un lavoro qualunque, ma ho selezionato e sto cercando non più di 2-3 lavori che mi piacerebbe svolgere e che sono già adesso in grado di fare. Vedi 2.1. Trovare lavoro: devi avere un obiettivo

INDICATORE N.2: mi sono iscritto al Centro per l’impiego della mia zona, ho verificato se c’è un servizio di assistenza alla ricerca di lavoro (se c’è lo stai usando) e ogni settimana consulto le offerte di lavoro disponibili sul loro sito. Vedi 3.8. I Centri per l’impiego e Le Agenzie per il lavoro

INDICATORE N.3: ho trovato le Agenzie per il lavoro della mia zona, inserito il mio CV nei loro siti e sto ricevendo una mail ogni volta che c’è un’offerta per uno dei lavori che desidero. Vedi 3.8. I Centri per l’impiego e Le Agenzie per il lavoro

INDICATORE N.4: mi sono iscritto a una serie di motori di ricerca di offerte di lavoro e sto ricevendo una mail ogni volta che c’è un’offerta per uno dei lavori che desidero. Vedi 3.6. Le inserzioni su internet

INDICATORE N.5: ho messo a punto il mio curriculum seguendo le indicazioni e i modelli del capitolo 3.2. Il curriculum.

INDICATORE N.6: ho fatto un elenco di contatti da utilizzare per fare passaparola per la mia ricerca di lavoro e scritto cosa dire ai miei contatti. Vedi 3.3. Il passaparola

INDICATORE N.7: ho messo a punto il mio messaggio di autocandidatura e ogni settimana faccio un elenco di imprese da contattare con autocandidature e le contatto. Vedi 3.4. Le autocandidature

INDICATORE N.8: ho costruito o revisionato il mio profilo LinkedIn secondo le indicazioni contenute nel  corso a distanza LinkedIn facile e efficace per la tua ricerca di lavoro.

INDICATORE N.9: ogni mese programmo la mia ricerca di lavoro prevedendo di contattare almeno 100 datori di lavoro al mese. Vedi 1.2. Quanti contatti ogni mese?

…………………………………..

 

Articolo contenuto sul sito www.orientamento.it. Autore © Leonardo Evangelista. Leggi Informativa privacy, cookie policy e copyright.

Radiato lo psicologo che “cura” con i magneti e aderisce alle leggi di Hamer

Da Il Sole 24 Ore del 31 luglio 2020:

‘Contestato al professionista l’utilizzo di strumenti non supportati da basi scientifiche. Nel mirino anche l’adesione alle cinque leggi di Hamer, in base alle quali ogni patologia, compreso il cancro, nasce da paure interne

Corre il rischio di bruciare la sua laurea, lo psicologo che si affida a metodi non supportati dalla scienza. La Cassazione, con la sentenza 14299, respinge il ricorso del professionista, radiato dall’albo, dopo una segnalazione di una collega. Nella denuncia al Consiglio dell’ordine una psicologa aveva riferito che il ricorrente aveva sollecitato una sua paziente a lasciare il lavoro e la famiglia per andare in Africa, perché era la reincarnazione di una donna africana. Conclusione raggiunta dopo averle passato un magnete sulla testa.’

Continua a leggere su Il sole 24 ore