Le vie per l’inferno sono lastricate di buone intenzioni (indennità a disoccupati, aiuti alimentari, ospedali in zone di guerra, occupazioni, navi ONG)

Alcune buone azioni, se perdiamo di vista il contesto generale in cui si inseriscono e i loro effetti di lungo periodo, portano effetti negativi.

Provo ad elencarne alcune:

  • Indennità a disoccupati. Effetto positivo immediato: un certo numero di disoccupati ottiene un reddito. Effetti negativi rilevanti nel medio lungo periodo, se non sono previste regole che costringono i beneficiari a cercarsi un lavoro regolare: viene promossa la disoccupazione ufficiale, incrementato il lavoro nero, le imprese non trovano dipendenti, aumenta la spesa pubblica improduttiva.

 

  • Aiuti alimentari in caso di disastri. Effetto positivo immediato: le persone colpite da terremoto, alluvione, epidemia, carestia non muoiono di fame. Effetti negativi rilevanti nel medio lungo periodo, se gli aiuti sono distribuiti senza criterio: i produttori e i distributori locali di cibo falliscono, il benessere di un numero crescente di persone diventa dipendente dagli aiuti umanitari, aumenta la corruzione, il costo di alcuni beni di consumo aumenta notevolmente.

 

  • Ospedali attivati in zone di guerriglia che curano i guerriglieri / terroristi (ad esempio in Afganistan). Effetto positivo immediato: un numero maggiore di guerriglieri feriti si salva la vita e ha convalescenze più brevi. Effetti negativi rilevanti nel medio lungo periodo: la capacità di combattimento dei guerriglieri diminuisce in misura minore, le stragi di civili a causa di attenti (alcuni dei quali possiamo immaginare condotti dai guerriglieri salvati) continuano, la pace si allontana.

 

  • Occupazioni di stabili tollerate. Effetto positivo immediato: un numero ridotto di persone trova un alloggio. Effetto negativo rilevante nel medio lungo periodo: bambini e adulti vivono in ambienti degradati, gli appartamenti vengono assegnati a pagamento da gruppi criminali, gli aventi diritto a case popolari (se l’occupazione riguarda case popolari) sono tagliati fuori, le abitazioni occupate diventano basi per attività illegali, la collettività deve farsi carico di acqua, gas, smaltimento rifiuti, le occupazioni aumentano, il senso civico cala.

 

  • Le navi delle ONG (ma anche di alcuni stati) portano in Europa persone che si recano in Libia nonostante nel paese operino bande di predoni e partono dalla Libia su gommoni destinati ad affondare in modo da farsi soccorrere. Effetto positivo immediato: alcune persone hanno salva la vita e si trasferiscono in Europa. Effetto negativo rilevante nel medio lungo periodo: si promuove il traffico di esseri umani, gli stati europei non controllano in modo efficace chi entra nei propri confini, aumentano i reati, i cittadini europei si trovano a vivere in situazioni degradate (vedi il punto precedente sulle occupazioni), si sviluppano razzismo e populismo.

 

Letture consigliate:

 

Articolo contenuto sul sito www.orientamento.it. Autore © Leonardo Evangelista. Leggi Informativa privacy, cookie policy e copyright.