3.11. Ho un problema: la mia ricerca di lavoro è un caos. Come dare regolarità e ritmo alla tua ricerca di lavoro

Perché, a parità di altre condizioni, certe persone trovano lavoro prima di altre?

Perché alcune cercano lavoro meglio di altre. Un punto fondamentale è il numero dei contatti. L’ho spiegato al capitolo 1.2. Quanti contatti ogni mese?: la possibilità di trovare lavoro dipende direttamente dal numero dei possibili datori di lavoro contattati.

Come raggiungere e mantenere un numero di contatti adeguato?

Probabilmente hai già avviato una ricerca di lavoro in precedenza. Magari hai cominciato a cercare d’impulso, come ti veniva. Hai fatto qualche telefonata, mandato qualche email, lo hai detto un po’ in giro… In breve tempo il numero dei tuoi contatti è sceso a livelli minimi, dopodiché hai abbandonato.

Come mai?

Immagina un agente di commercio che la mattina esce di casa senza una lista di clienti da contattare. Quanto riuscirà a vendere? Pensa a uno sportivo che va ad allenarsi quando ne ha voglia, e non ha idea del carico di lavoro (esercizi, tempi, etc.) che fa in ogni seduta. Arriverà a giocare in prima squadra?

Il primo grosso errore nella ricerca di lavoro è organizzare male la propria ricerca.

Tutte le attività noiose, come anche la vendita e la pratica sportiva non si possono fare bene d’impulso. I venditori stabiliscono un obiettivo all’inizio di ogni stagione, si fanno liste di clienti da contattare, verificano periodicamente l’andamento delle vendite e analizzano i motivi dei risultati insoddisfacenti; quando raggiungono un obiettivo ricevono un premio in denaro.

Per organizzare bene la tua ricerca di lavoro, segui il loro metodo:

1. Prima di avviare la tua ricerca, fissa un obiettivo. Stabilisci il numero dei datori di lavoro che vuoi contattare in un mese (riportandolo a una settimana e a un giorno) e quante ore al giorno vuoi fare ricerca. Puoi scrivere tutti i dati in un quaderno qualsiasi, o nella scheda Programmazione della ricerca. Fissa un obiettivo realistico. Un obiettivo minimo, facilmente raggiungibile è una media di almeno 5 contatti per ogni giorno feriale, vale a dire 100 contatti al mese.

2. Prima di avviare la ricerca, fai una lista (nome e cognome, indirizzo, email, profilo LinkedIn, numero di telefono) dei datori di lavoro da contattare. Dove trovare i nomi? Tutte le imprese italiane sono elencate sul sito www.infoimprese.it. In alcuni casi sul sito trovi i nomi dei responsabili e le loro e-mail. Utile anche www.paginegialle.it

3. Alla fine di ogni giorno registra sul tuo quaderno o nella scheda Programmazione della ricerca il numero dei contatti effettivamente realizzati e le ore di ricerca effettive.

4. Ogni volta che il numero dei contatti e le ore di ricerca effettive sono inferiori al previsto, cerca di capire il perché e prendi provvedimenti.

5. Segnati nome, data e contenuto del colloquio coi datori di lavoro con cui sei riuscito a parlare in un quaderno qualsiasi, o nella scheda Registro dei contatti. Non sempre le risposte sono pienamente negative, a volte ti dicono di richiamare dopo un certo periodo di tempo; in questo modo te ne ricordi e eviti di contattare due volte la stessa persona.

6. Tieni un resoconto settimanale e mensile della tua ricerca, riportando i dati nella scheda Monitoraggio mensile

7. Quando raggiungi gli obiettivi settimanali o mensili, datti un premio. Puoi comprarti qualcosa che ti piace, andare a mangiare una pizza, etc.

Altri accorgimenti utili per dare ritmo e regolarità alla ricerca sono:

8. Cerca assieme a un amico e/o trova qualcuno con cui ogni giorno puoi parlare di come sta andando la ricerca di lavoro e di come ti senti.

9. Creati in casa uno spazio di lavoro. Se possibile scegli una stanza tranquilla da cui progettare e fare la ricerca; in un raccoglitore tieni le pagine stampate da questo sito, gli elenchi dei contatti, le varie schede, etc.

10. Riserva alla ricerca di lavoro un momento preciso della giornata (esempio: dalle 14.30 alle 17.30).

Segui queste indicazioni sulla base del tempo che hai a disposizione e della tua necessità o desiderio di lavorare. In ogni caso tieni presente che, qualunque sia la tua situazione personale, la probabilità di trovare lavoro dipende direttamente da come programmi la tua ricerca.

Per scaricare le schede elencate in questo capitolo devi compilare il modulo a questo link https://forms.gle/RiZpGT1jC16Y3b9N7 Le schede sono contenute nel file schede-3.11-monitoraggio ricerca di lavoro; per ogni scheda il file contiene un esempio di compilazione.

…………………………………………….

 

Articolo contenuto sul sito www.orientamento.it. Autore © Leonardo Evangelista. Leggi Informativa privacy, cookie policy e copyright.

Scrivici cosa ne pensi