Cos’è il bilancio di competenze?

Se vuoi fare il tuo bilancio di competenze vai a questa pagina. Se vuoi imparare a svolgere bilanci di competenze puoi seguire uno o più dei miei corsi:

Vedi il Catalogo di tutti i miei corsi.

1. Definizione

In Italia il bilancio di competenze non è normato dalla legge, perciò il termine viene utilizzato con molti significati diversi (Evangelista 2008). D’ora in poi ci riferiamo solo al bilancio di competenze svolto nell’ambito dell’orientamento.

Una possibile definizione del bilancio di competenze nell’orientamento è la seguente:

Nell’orientamento, il bilancio di competenze è un percorso che permette di mettere a punto un progetto professionale attraverso l’analisi sistematica delle caratteristiche personali, condotta con l’utilizzo di materiali strutturati quali test e/o schede di autoanalisi.

‘Bilancio’ vuol dire valutazione critica di qualcosa, tenendo conto degli aspetti positivi e negativi (Sabatini-Coletti 2007)

‘Competenze’ indica ogni caratteristica personale utilizzabile sul lavoro (sull’origine e evoluzione del significato di questo termine vedi Evangelista 2006a).

‘Percorso’ vuol dire che il bilancio di competenze viene realizzato attraverso varie fasi. In particolare è possibile identificare una prima fase dedicata all’esplicitazione e all’analisi delle caratteristiche personali rilevanti per le scelte formative e professionali, una seconda fase di analisi delle figure professionali e delle possibilità lavorative e/o formative del territorio di riferimento del cliente, e una terza fase in cui sulla base degli elementi raccolti viene messo a punto un progetto professionale. Al bilancio vero e proprio segue poi una quarta fase di accompagnamento del cliente durate la messa in opera del suo progetto.

Per ‘Progetto professionale’ si intende un progetto che comprende, con riferimento a una certa persona, un obiettivo professionale (cioè un lavoro che la persona vorrebbe svolgere o un settore dove la persona vorrebbe lavorare) e un piano d’azione (cioè le azioni necessarie, in senso logico e cronologico, per raggiungere l’obiettivo professionale). Il progetto professionale è uno strumento fondamentale per quelle persone che desiderano dare un indirizzo alla propria vita professionale e non affidare solo al caso la propria vita lavorativa (vedi Evangelista 2007a).

‘Analisi sistematica’ vuol dire che nel bilancio di competenze si passano in rassegna tutti quei fattori personali importanti ai fini della scelta professionale (ad esempio valori, interessi, capacità, conoscenze, etc.). Proprio per questo motivo un bilancio di competenze che svolge una analisi sistematica viene anche chiamato bilancio di competenze per fattori.

Le ‘Caratteristiche personali’ esplicitate e analizzate nel bilancio sono quelle considerate importanti per le scelte professionali e il buon inserimento lavorativo (vedi la teoria tratti-fattori nel paragrafo successivo). I percorsi di bilancio più diffusi considerano in genere (Evangelista 2001a) gli interessi professionali (es: ‘Mi piacerebbe lavorare nel sociale’), i valori professionali (es: ‘Mi piacerebbe svolgere attività che mi permettono di arricchire rapidamente’), le conoscenze di natura tecnica (es: ‘Conosco la ragioneria’), le capacità di natura tecnica (es: ‘So lavorare alla fresa’), le capacità trasversali (es: ‘Sono bravo a mediare’). Ogni autore può aggiungere altre caratteristiche che ritiene utili secondo le proprie teorie di riferimento (quali ad esempio self efficacy, autostima, etc.).

Per leggere tutto l'articolo devi essere iscritto alla newsletter del sito. Iscriviti adesso.

  

2 risposte a “Cos’è il bilancio di competenze?”

  1. chi può svolgere un bilancio delle competenze? E dove? Potete dare degli indirizzi di professionisti abilitati a questo tipo di approccio? Grazie anticipatamente!

    1. Buongiorno Simone, in alcune regioni (es. in Toscana) i bilanci di competenze sono svolti gratuitamernte soprattutto presso i centri per l’impiego, in altre regioni (ad esempio Lombardia) presso agenzie formative accreditate. per saperne di più devi contattare l’assessorato al lavoro della tua regione. Tieni presente che è l’operatore che deve valutare se hai necessità di un bilancio oppure di altri tipi di servizio. Esistono anche alcuni percorsi di bilancio online, vedi ad esempio http://www.guidalavoro.net, ma la cosa migliore è sicuramente fare un bilancio con un operatore.

Scrivici cosa ne pensi