Che cosa certifichiamo esattamente quando certifichiamo le competenze?

1. A cosa serve certificare le competenze?

Certificare significa rilasciare un documento ufficiale al termine di un processo di analisi, mentre definire il termine competenza è più complesso. Per questo motivo ho scritto la definizione di competenza in due versioni, una più lunga che esamina i vari significati del temine e ne ripercorre la genesi, e una più breve, che consiglio a chi non vuole perdere tempo e non ama la filosofia.

In estrema sintesi, il termine competenza viene usato ogni volta si intende prestare attenzione alla prestazione, cioè a come una persona svolge determinati compiti. La certificazione delle competenze serve fondamentalmente a due scopi:

  • Il primo obiettivo è dare pari dignità a tutti gli apprendimenti, indipendentemente dal percorso utilizzato. Certificare le competenze permette così di ottenere qualifiche professionali e titoli di studio anche a chi ha imparato in affiancamento sul posto di lavoro oppure studiando da solo (vedi Evangelista 2010b).
  • Il secondo obiettivo è migliorare l’insegnamento e la verifica dell’apprendimento. Esprimere gli obiettivi formativi in termini di prestazione aiuta strutturare meglio la didattica e permette verifiche più precise. Ad esempio gli obiettivi espressi in termine di prestazione per un corso iniziale di lingua straniera potrebbero essere (European Language Portfolio, tradotto in CLIRO 2010):

– Comprende e usa espressioni di uso quotidiano e frasi indispensabili per soddisfare bisogni di tipo concreto.
– Sa presentare se stesso/a e gli altri ed è in grado di fare domande e rispondere su informazioni personali (dove abita, le persone che conosce e le cose che possiede …)
– Interagisce in modo semplice purché l’altra persona parli lentamente e chiaramente e sia disposta a collaborare.

 

2. Il significato del termine ‘competenza’. Versione breve

Il termine competenza viene spesso utilizzato per indicare qualunque caratteristica personale utilizzabile sul lavoro.

Per leggere tutto l'articolo devi essere iscritto alla newsletter del sito. Iscriviti adesso.

  

Scrivici cosa ne pensi