Webinar? Collegati al modem con un cavo ethernet, non col wifi

Se partecipi (o addirittura organizzi) dei webinar, collegati al modem con un cavo ethernet, non con il wifi. Le prestazioni dei collegamenti wifi sono pessime, se confrontate con quelle del cavo ethernet.

Se la tua banda internet è limitata, nel webinar la tua voce e il tuo video saranno soggetti a interruzioni o blocchi.

Vedi ad esempio una prova che ho fatto stamani. Io ho l’abbonamento a internet fibra (la fibra arriva fino alla colonnina sulla strada), e ho fatto il test utilizzando questo sito.

Col wifi scarico dati alla velocità media di 4 Mb/s

Col cavo ethernet scarico dati alla velocità di 118 Mg/s.

Come vedi la differenza è sostanziale.

Su Amazon un cavo ethernet di 30 metri costa solo 30 €. Prima di acquistarlo, verifica che il tuo pc abbia una porta ethernet.

 

AGGIORNAMENTO: due giorni fa ho pensato che il problema potesse essere che la mia chiavetta usb che collega il modem col pc tramite wifi fosse obsoleta, e ne ho acquistata una di ultimo modello su internet. Una volta istallata ho verificato che la velocità di connessione del wifi è la stessa del cavo ethernet.

Articolo contenuto sul sito www.orientamento.it. Autore © Leonardo Evangelista. Leggi Informativa privacy, cookie policy e copyright.

Alcune differenze fra formazione a distanza e formazione in aula

Stamani  con uno dei miei clienti abbiamo fatto una chiacchierata sulle differenze fra formazione a distanza e formazione in aula. Ecco qui una sintesi di quello che ci siamo detti.

mi chiedevi come svolgo adesso la mia attività a distanza. La lunghezza dei miei seminari e le tecniche che utilizzo sono rimaste le stesse. Ad esempio il seminario sulla gestione del colloquio di orientamento in aula dura 7 ore (9-13 e 14-17), e lo stesso se il seminario è svolto a distanza via webinar, vedi https://www.orientamento.it/maratona-webinar-il-colloquio-di-orientamento/

La durata è la stessa perché grazie a Zoom posso far svolgere via webinar le stesse attività in coppia o in sottogruppi che faccio svolgere in aula. Il ricorso a attività in coppia e sottogruppi comporta anche che la partecipazione ai webinar è piacevole, e le persone riescono agevolmente a sostenere webinar di 7 ore. Come in aula, c’è una pausa centrale 13-14 e una pausa caffè di 15 minuti verso le 11. Nel pomeriggio a volte faccio fare egualmente una pausa di 15 minuti, ma a volte la salto perché la sessione del pomeriggio è di sole 3 ore perciò possiamo arrivare in fondo senza pause se sono in ritardo col programma.

Nella mia esperienza i colloqui a distanza, una volta rispettate alcune condizioni minime (buon collegamento internet, buon audio e video) si gestiscono come i colloqui in presenza, così secondo me non è necessaria una formazione specifica sulla gestione del colloquio a distanza. Può essere invece necessaria una formazione su come gestire gruppi a distanza perché ci sono alcune cose da imparare rispetto appunto alla gestione dei sottogruppi e anche all’architettura di supporto (nei corsi a distanza è necessario attivare una mailing list di distribuzione e comunicazione fra i partecipanti e un drive per scaricare e archiviare i risultati degli esercizi). Sono cose semplici ma a chi non le sa vanno insegnate.

Relativamente alla possibilità di integrare formazione via webinar con video registrati, si può fare. Secondo me il motivo principale per usare video registrati è ridurre la durata dei webinar, facendo acquisire delle informazioni ai partecipanti prima del webinar. Tieni conto però che i contenuti che presento tramite webinar tutti li imparano, mentre quelli che presento con video registrati non tutti li imparano: qualcuno non vede i video nella loro interezza o non li vede affatto, perciò quando poi arrivo al webinar non sempre è vero che tutti i partecipanti hanno già conoscenze di base comune. L’apprendimento via webinar è di qualità migliore di quello con video registrati perché si interagisce con gli altri partecipanti e con me, si sviluppa cioè una dimensione di socialità che è molto apprezzata. L’apprendimento da video avviene in solitaria. Un’altra difficoltà è che l’apprendimento da video è estremamente lento; per ridurre questo problema nei miei corsi a distanza rendo anche disponibile su file la trascrizione dei video accoppiata con le slides che faccio vedere nel video, in modo che chi vuole non vede il video ma si legge la trascrizione.

In sintesi, se non ho problemi di tempo, i miei corsisti sono in grado di collegarsi con una buona apparecchiatura e rimanere collegati per il numero di ore necessario e possono aspettare la data che ho fissato per i webinar (in alcuni casi invece vogliono avere subito i materiali che distribuisco nei miei corsi, senza aspettare i 4 o 6 mesi che mancano alla data del webinar) consiglio la formazione via webinar rispetto a quella con video registrati.

Articolo contenuto sul sito www.orientamento.it. Autore © Leonardo Evangelista. Leggi Informativa privacy, cookie policy e copyright.

Corsi via webinar per disoccupati in cerca di lavoro

Durante l’emergenza coronavirus, dopo un primo momento di shock, i servizi pubblici e privati che erogano attività di orientamento hanno avviato attività di consulenza individuale a distanza, utilizzando piattaforme webinar quali Zoom, Whereby e simili.

Le stesse piattaforme webinar, se gestite in modo opportuno, permettono di condurre a distanza corsi sulle tecniche di ricerca attiva di lavoro e incontri in gruppo di supporto a persone in cerca di lavoro.

Se vuoi avviare un’attività di questo tipo per il tuo sportello / servizio sono in grado di formare gli operatori e fornirti i materiali necessari. Chiamami / scrivimi per fissare una videochiamata per parlare in dettaglio delle diverse possibilità.

  • Leonardo Evangelista
  • l.evangelista@orientamento.it
  • cell 3384640194

Articolo contenuto sul sito www.orientamento.it. Autore © Leonardo Evangelista. Leggi Informativa privacy, cookie policy e copyright.

Maratona webinar sulle tecniche espressive per l’orientamento

Le tecniche espressive (dette anche tecniche creative) utilizzano immagini, parole, frasi, storie o oggetti per stimolare l’emersione e di pensieri e/o emozioni e il loro approfondimento col consulente /coach. Possono essere usate sia nella consulenza individuale che con piccoli gruppi.

Le tecniche espressive sono uno strumento particolarmente potente. Sono utili con quelle tipologie di utenti che:

  • sono confusi e/o hanno difficoltà a riconoscere le proprie emozioni
  • hanno difficoltà a produrre testi scritti (per basso livello culturale o scarsa conoscenza dell’italiano)
  • hanno poco tempo a disposizione: le tecniche espressive, se ben utilizzate, permettono di arrivare rapidamente al punto.

Grazie alla Maratona webinar sulle tecniche espressive per l’orientamento potrai sperimentare una serie di tecniche espressive stando comodamente a casa. Questa è l’occasione giusta se desideri formarti con me dal vivo ma senza spostarti da casa.

Utilizzerai le tecniche espressive, a distanza, sotto la mia supervisione, sia nel ruolo di consulente che in quello di utente. Sono previsti 10-15 partecipanti che si alterneranno nei due ruoli.

Riceverai due fascicoli con 48 esercizi basati sulle tecniche espressive e 15 pagine di istruzioni complessive.

Svolgeremo il webinar utilizzando la piattaforma Zoom. Se non sei pratico, è prevista una sessione preliminare dedicata agli aspetti tecnici del collegamento a distanza. La Maratona webinar è utile anche per impratichirti a svolgere consulenza a distanza.

Per partecipare devi disporre di un pc con tastiera in grado di trasmettere e ricevere suoni e immagini. Inoltre devi avere già esperienza nello svolgimento di attività di consulenza di orientamento, perché la Maratona è una esercitazione e non abbiamo tempo da dedicare agli aspetti teorici della consulenza di orientamento.  Per una formazione preliminare sulla consulenza di orientamento puoi seguire il mio corso a distanza La Cassetta degli attrezzi per l’orientamento. Se hai dei dubbi a proposito, inviami un link al tuo profilo LinkedIn PRIMA dell’iscrizione.

I materiali ti vengono trasmessi con l’autorizzazione all’uso personale per lo svolgimento di attività di orientamento / coaching di carriera / politiche attive / outplacement con i tuoi utenti (persone disoccupate in cerca di lavoro o occupate in ricollocazione professionale). L’uso per attività di formazione di operatori non è permesso.

La partecipazione al webinar ti permette di ottenere anche:

Quando, costo e modalità di iscrizione

La Maratona è prevista il giorno sabato 15 gennaio 2022, in orario 9-17. È prevista una pausa pranzo di 1 ora e due pause caffè di circa 15 minuti a metà mattinata e metà pomeriggio.

Il costo di partecipazione è di 110 € (operazione senza addebito di imposta, regime forfait art.1, c.54-89 l.190/2014).  Puoi concludere l’acquisto CLICCANDO QUI (si apre una pagina dove puoi inserire i tuoi dati e scegliere la modalità di pagamento). Nel caso la Maratona non si tenga per scarsità di iscritti la quota di iscrizione ti sarà restituita.

Confronto con gli altri miei corsi

I contenuti e i materiali utilizzati sono quelli utilizzati anche nel corso a  distanza con video registrati Laboratorio sulle tecniche espressive per l’orientamento e il career coaching 

Il docente Leonardo Evangelista

Sono uno psicologo del lavoro e ho iniziato a svolgere bilanci di competenze nel 1999. Nel mio percorso professionale ho contribuito alla messa a regime dei bilanci di competenze presso i Centri per l’impiego di varie province toscane  e per anni ho svolto bilanci di competenze presso i Centri per l’impiego delle province di Firenze e Siena. Grazie alla mia esperienza e a molti approfondimenti su bilanci di competenze svolti anche all’estero ho messo a punto un modello originale di bilancio di competenze e formato allo svolgimento di bilanci di competenze oltre 2.000 operatori. Vedi un elenco delle mie attività formative nel settore dell’orientamento e delle risorse umane. Sul bilancio di competenze ho scritto molti articoli reperibili sul mio sito www.orientamento.it.

Per informazioni è possibile scrivermi all’indirizzo l.evangelista chiocciolina orientamento.it, il mio cell. è *.384.640.194 (sostituire un 3 all’asterisco).

 

Articolo contenuto sul sito www.orientamento.it. Autore © Leonardo Evangelista. Leggi Informativa privacy, cookie policy e copyright.

Maratona webinar di Bilancio di competenze per la consulenza di carriera

Grazie alla Maratona webinar di Bilancio di competenze per la consulenza di carriera potrai sperimentare un bilancio di competenze dall’inizio alla fine, stando comodamente a casa. Questa è l’occasione giusta se desideri formarti con me dal vivo ma senza spostarti da casa.

Svolgerai a distanza, sotto la mia supervisione, due bilanci di competenze individuali, uno nel ruolo del consulente e l’altro nel ruolo di utente. Sono previsti 10-15 partecipanti che si alterneranno nei due ruoli.

Useremo un percorso di Bilancio pensato per la consulenza individuale e per utenti con professionalità medio alte. Riceverai due fascicoli con 30 schede e 35 pagine di istruzioni complessive.

Svolgerai il bilancio utilizzando la piattaforma Zoom. Se non sei pratico, è prevista una sessione preliminare dedicata agli aspetti tecnici del collegamento a distanza. La Maratona webinar è utile anche per impratichirti a svolgere consulenza a distanza.

Per partecipare devi disporre di un pc con tastiera in grado di trasmettere e ricevere suoni e immagini. Inoltre devi avere già esperienza nello svolgimento di attività di bilancio di competenze, perché la Maratona è una esercitazione e non abbiamo tempo da dedicare agli aspetti teorici del bilancio di competenze.  Per una formazione preliminare sul bilancio di competenze puoi seguire il mio corso a distanza Il Bilancio di competenze per l’orientamento o La Cassetta degli attrezzi per l’orientamento. Se hai dei dubbi a proposito, inviami un link al tuo profilo LinkedIn PRIMA dell’iscrizione.

Il percorso di Bilancio ti viene trasmesso con l’autorizzazione all’uso personale per lo svolgimento di attività di orientamento / coaching di carriera / politiche attive / outplacement con i tuoi utenti (persone disoccupate in cerca di lavoro o occupate in ricollocazione professionale). L’uso per attività di formazione di operatori non è permesso.

La partecipazione al corso ti permette di ottenere anche:

Leggi le recensioni dei partecipanti all’edizione precedente (in fondo alla pagina che si apre cliccando su questo link).

Quando, costo e modalità di iscrizione

La Maratona webinar è prevista i sabati 11 e 18 dicembre  2021, in orario 9-17, con una pausa pranzo di 1 ora e due pause caffè di circa 15 minuti a metà mattinata e metà pomeriggio.

Il costo di partecipazione è di 190 € invece di 230 € (operazione senza addebito di imposta, regime forfait art.1, c.54-89 l.190/2014).  Puoi concludere l’acquisto CLICCANDO QUI (si apre una pagina dove puoi inserire i tuoi dati e scegliere la modalità di pagamento). Nel caso la Maratona non si tenga per scarsità di iscritti la quota di iscrizione ti sarà restituita.

Confronto con gli altri miei corsi

Il percorso di bilancio è esattamente lo stesso distribuito nel Laboratorio sul BIlancio di competenze in aula e a distanza.

Circa un terzo delle schede operative distribuite in questo corso sono simili (ma più sofisticate) rispetto a quelle sul bilancio del corso La Cassetta degli Attrezzi del Consulente di orientamento in aula o a distanza  e del corso a distanza Il Bilancio di competenze per l’orientamento. Le altre sono completamente diverse.

Il percorso di bilancio di Cassetta degli Attrezzi è rivolto a persone con livello culturale e impiegabilità medio bassa, il percorso di Bilancio che usiamo nella Maratona è rivolto a persone con livello culturale e impiegabilità medio alta.

Il docente Leonardo Evangelista

Sono uno psicologo del lavoro e ho iniziato a svolgere bilanci di competenze nel 1999. Nel mio percorso professionale ho contribuito alla messa a regime dei bilanci di competenze presso i Centri per l’impiego di varie province toscane  e per anni ho svolto bilanci di competenze presso i Centri per l’impiego delle province di Firenze e Siena. Grazie alla mia esperienza e a molti approfondimenti su bilanci di competenze svolti anche all’estero ho messo a punto un modello originale di bilancio di competenze e formato allo svolgimento di bilanci di competenze oltre 2.000 operatori. Vedi un elenco delle mie attività formative nel settore dell’orientamento e delle risorse umane. Sul bilancio di competenze ho scritto molti articoli reperibili sul mio sito www.orientamento.it.

Per informazioni è possibile scrivermi all’indirizzo l.evangelista chiocciolina orientamento.it, il mio cell. è *.384.640.194 (sostituire un 3 all’asterisco).

 

Articolo contenuto sul sito www.orientamento.it. Autore © Leonardo Evangelista. Leggi Informativa privacy, cookie policy e copyright.

 

L’uso della lavagna virtuale per migliorare l’interazione nei webinar con molti partecipanti

 

Un limite dei webinar è che l’interazione in video è più faticosa di quella in aula, e perciò l’attenzione cala più rapidamente. Nella formazione in aula svolgo una buona parte della mia attività facendo interagire i partecipanti in esercitazioni o simulazioni in piccoli gruppi. Nei webinar questo può essere fatto utilizzando le stanze, di cui ho parlato in un articolo precedente. Il lavoro in piccoli gruppi termina con una valutazione e una condivisione dei risultati in plenaria, ma nel webinar, specialmente se il webinar ha molti partecipanti (da 20 a 100 o più) è stancante ascoltare i portavoce dei singoli gruppi o addirittura i singoli partecipanti.

Quali soluzioni possiamo adottare?

Una prima soluzione, che nella mia esperienza funziona bene fino a 5-6 gruppi, è chiedere al portavoce di ogni gruppo di riportare sinteticamente i risultati della discussione su una lavagna virtuale. La lavagna virtuale è uno schermo bianco, attivato e gestito dal conduttore dell’incontro, dove ciascun partecipante può scrivere o disegnare. Vedi come attivare una lavagna virtuale su Zoom. (attenzione: al momento, da cellulare, sulla lavagna di zoom è possibile solo disegnare, non digitare da tastiera).

Per gruppi più numerosi, o contenuti più lunghi, è possibile chiedere a ogni piccolo gruppo di scrivere i risultati su un file ospitato su google drive, che può poi essere scaricato dai partecipanti.

La soluzione del file su google drive è un po’ più laboriosa perché richiede di creare un file (in precedenza o immediatamente) e di condividere il link al file. Inoltre se si utilizza un file unico i gruppi possono influenzarsi a vicenda (i partecipanti a ogni gruppo vedono quello che stanno scrivendo i partecipanti agli altri gruppi) anche quando il docente preferirebbe che ogni gruppo discutesse in autonomia. La soluzione in questo caso è che ogni gruppo apra un proprio file, e poi i gruppi scambiano i link al file, ma questa è una soluzione ancora più laboriosa.

Chiedimi una formazione a distanza per i tuoi dipendenti / collaboratori (l.evangelista@orientamento.it cell 3384640194) oppure segui uno dei miei corsi a distanza basati su video registrati.

 

Articolo contenuto sul sito www.orientamento.it. Autore © Leonardo Evangelista. Leggi Informativa privacy, cookie policy e copyright.

Nella formazione finanziata l’utilizzo dei webinar riduce i compensi dei formatori

L’emergenza coronavirus ha portato alla sostituzione della formazione in aula con la formazione a distanza. In questo articolo voglio evidenziare uno dei risultati di questo cambiamento: la riduzione dei compensi dei formatori.

Perché? Se il formatore sa gestire bene la sua didattica utilizzando tecniche interattive è possibile fare fino a 8 ore di attività formativa nello stesso giorno. La formazione a distanza tramite webinar, invece, può essere svolta per massimo 2 o 3 ore al giorno, almeno nella mia esperienza. La minore interazione possibile coi webinar costringe a semplificare i temi trattati e ridurre le simulazioni, anche quando si utilizzino le stanze virtuali per creare piccoli gruppi che possano esercitarsi a distanza.

E’ un po’ quello che accade passando dal teatro al cinema. A teatro, la presenza fisica degli attori assicura livelli di attenzione più approfonditi e permette così dialoghi molto più lunghi e articolati; nel cinema i dialoghi devono essere più brevi e sintetici.

Il risultato è che un programma di formazione su un determinato tema condotto tramite webinar sarà più breve dello stesso programma svolto in aula. Il problema è che i compensi orari massimi della formazione finanziata sono gli stessi per entrambe le modalità. Il risultato è un compenso per commessa inferiore se la formazione viene svolta via webinar.

Chiedimi una formazione a distanza per i tuoi dipendenti / collaboratori (l.evangelista@orientamento.it cell 3384640194) oppure segui uno dei miei corsi a distanza basati su video registrati.

 

Articolo contenuto sul sito www.orientamento.it. Autore © Leonardo Evangelista. Leggi Informativa privacy, cookie policy e copyright.

Il sarto e gli abiti in serie, ovvero la formazione in aula e quella a distanza

Fino agli anni ’60 gli abiti erano tutti su misura, li facevano i sarti. Poi cominciarono a diffondersi gli abiti in serie, in vendita presso negozi specializzati e, nelle grandi città, nei grandi magazzini.

Gli abiti fatti su misura vestivano meglio, ma quelli fatti in serie costavano molto meno ed era possibile provarseli senza impegno prima dell’acquisto. Il risultato fu che un prodotto migliore (l’abito sartoriale) vide ridursi grandemente il suo spazio di mercato.

Questa evoluzione mi è tornata in mente pensando alla formazione professionale in aula e a distanza.

Alcune agenzie formative che conosco organizzavano ogni anno una formazione residenziale in hotel. Quest’anno, giocoforza, sono passate alla formazione a distanza, con un enorme risparmio di costi e, in uno dei due casi, triplicando il numero dei corsisti coinvolti.

Personalmente credo che la formazione in aula sia di qualità migliore, perché l’interazione col docente e fra i partecipanti è maggiore, però anche la formazione a distanza può ottenere buoni risultati.

Mi chiedo se, adesso che il coronavirus ha costretto moltissime agenzie formative e committenti di formazione a ricorrere alla formazione a distanza, e a verificarne gli aspetti positivi (costi estremamente ridotti, flessibilità di orari, possibilità di coinvolgere in contemporanea un gran numero di discenti), la formazione a distanza, anche se di qualità un po’ inferiore a quella in aula, non sia destinata a rimanere la modalità più comune di formazione anche dopo la fine dell’epidemia e delle misure di contenimento successive.

Chiedimi una formazione a distanza per i tuoi dipendenti / collaboratori (l.evangelista@orientamento.it cell 3384640194) oppure segui uno dei miei corsi a distanza basati su video registrati.

 

Articolo contenuto sul sito www.orientamento.it. Autore © Leonardo Evangelista. Leggi Informativa privacy, cookie policy e copyright.

L’uso delle stanze per migliorare l’interazione nei webinar con molti partecipanti

Un limite dei webinar è la scarsa interazione rispetto alla formazione in aula. Il docente presenta di solito un tema utilizzando alcune slides, poi c’è uno spazio per le domande e stop. Nei webinar con molti partecipanti (da 20 a 100 e oltre) non è possibile con questa modalità far interagire fra di loro i partecipanti.

Per risolvere questo problema sono state create le stanze. Le stanze permettono di dividere i partecipanti ai webinar in piccoli gruppi, in modo da farli interagire fra di loro.

Grazie alle stanze è possibile strutturare l’attività didattica in questo modo:

  • Presentazione di un tema in plenaria utilizzando delle slides
  • Suddivisione dei partecipanti in piccoli gruppi (stanze) per lo svolgimento di simulazioni
  • Debriefing in piccolo gruppo
  • Ritorno in plenaria.

La funzione stanze è ad esempio attivabile col software Zoom.

Con Zoom il docente che conduce il webinar può:

  • creare i sottogruppi
  • scegliere quanti e quali partecipanti assegnare a ogni sottogruppo
  • visitare ciascun sottogruppo
  • comunicare con tutti i sottogruppi inviando dei messaggi sullo schermo di tutti i partecipanti
  • terminare i sottogruppi e riportare i partecipanti tutti in plenaria.

Nella mia esperienza è utile creare sottogruppi di non più di 2 o 3 persone.

Le istruzioni per creare sottogruppi in Zoom sono in questo video.

Chiedimi una formazione a distanza per i tuoi dipendenti / collaboratori (l.evangelista@orientamento.it cell 3384640194) oppure segui uno dei miei corsi a distanza basati su video registrati.

 

Articolo contenuto sul sito www.orientamento.it. Autore © Leonardo Evangelista. Leggi Informativa privacy, cookie policy e copyright.

Caratteristiche dei webinar con molti partecipanti (1): The show must go on

Una caratteristica importante dei webinar con molti partecipanti (da 20 fino a 100 e oltre) è che non è possibile fermare il webinar per risolvere i problemi dei singoli partecipanti, ad esempio: Non sento, Ho perso il collegamento, Non ho capito, Ho finito l’esercizio e non so cosa fare.

Rispetto alla formazione in aula, nel webinar ci sono tutti gli imprevisti relativi alla connessione (a tratti lenta, persa) e al settaggio del pc (non sento, non vedo, la mia voce non si sente). Inoltre nei webinar l’attenzione tende ad essere minore rispetto a una formazione in aula ben strutturata (quella con i partecipanti che lavorano in grande cerchio e in piccoli gruppi, vedi il mio corso a distanza Come gestire corsi su tecniche ricerca attiva di lavoro e di bilancio di competenze) perciò nei webinar con molti partecipanti dare spazio ai problemi e alle necessità dei singoli partecipanti porta un brusco calo di attenzione del resto del gruppo (per le domande dei partecipanti relative ai contenuti è utile riservare uno spazio al termine dell’esposizione, in modo che chi vuole può abbandonare la sessione).

Per questi motivi è utile che nei webinar con molti partecipanti il conduttore:

  1. Segnali che lui sarà collegato da mezz’ora prima l’avvio del webinar (è sufficiente aprire il collegamento e mettere una musica o un video) per dare modo ai partecipanti di testare il settaggio dei loro collegamenti, e che dopo l’ora di avvio non ci sarà modo di fermarsi per risolvere problemi tecnici
  2. Sottolinei che, purtroppo, visto l’alto numero dei partecipanti non ci sarà modo di rispondere alle domande dei singoli o provare a risolvere problemi tecnici durante la presentazione (uno spazio per le domande sarà disponibile dopo la fine della presentazione). In webinar così affollati i partecipanti devono essere flessibili, saper improvvisare e cavarsela da soli.

Il concetto fondamentale, nei webinar con molti partecipanti, è che the show must go on.

Chiedimi una formazione a distanza per i tuoi dipendenti / collaboratori (l.evangelista@orientamento.it cell 3384640194) oppure segui uno dei miei corsi a distanza basati su video registrati.

Articolo contenuto sul sito www.orientamento.it. Autore © Leonardo Evangelista. Leggi Informativa privacy, cookie policy e copyright.