E’ in vendita la nuova edizione di La certificazione delle competenze spiegata semplice

E’ disponibile su Amazon, al costo di 9,99 €, la seconda edizione di La certificazione delle competenze spiegata semplice.

Questo Guida operativa, ampliata e aggiornata, spiega in dettaglio la logica, la normativa e le modalità operative relative alla certificazione delle competenze lavorative acquisite al di fuori di percorsi di apprendistato e di studio formali. In questa nuova edizione, aggiornata all’aprile 2021, ho aggiunto un capitolo sulla strutturazione per competenze dei corsi di formazione professionale e come concedere crediti formativi in questo ambito.

La prima parte descrive brevemente il contesto normativo, dalla raccomandazione del Consiglio Europeo del 20 dicembre 2012 al recentissimo Decreto ministeriale 5 gennaio 2021.

La seconda parte descrive in dettaglio, con un linguaggio comprensibile a tutti e numerosi esempi, cosa significa esattamente ‘certificare le competenze’ nei vari contesti di apprendimento non formale e informale, formazione professionale, percorsi scolastici.

La terza parte descrive la strutturazione dei dispositivi regionali di certificazione delle competenze non formali e informali e del sito di raccordo Atlante del lavoro e delle qualificazioni. La Guida descrive inoltre il processo di certificazione in termini operativi: fasi, figure coinvolte, esempi di modulistica, esempi di attestato.

La Guida è fornita gratuitamente a chi frequenta il Corso di formazione per Responsabile della certificazione delle competenze e Responsabile del riconoscimento dei crediti formativi Regione Lombardia

 

Autore © Leonardo Evangelista. L’articolo rispecchia le opinioni dell’autore al momento dell’ultima modifica. Vedi le indicazioni relative a Informativa Privacy, cookie policy e Copyright.

 

Ricorda: domani presentazione del libro L’orientamento in pratica

Gli autori presenteranno il libro via webinar domani venerdì 9 aprile ore 18,30-19,30. I partecipanti riceveranno una copia gratis.

Il libro L’orientamento in pratica. Ventotto casi di consulenza e bilancio di competenze presenta casi concreti relativi a persone prese in carico presso centri per l’impiego, agenzie per il lavoro e nella consulenze di carriera. Quest’opera è stata realizzata da sedici operatori di orientamento di ogni parte d’Italia, in collaborazione con  Leonardo Evangelista.

 

Partecipa anche tu alla presentazione del libro venerdì 9 aprile 2021 in orario 18.30-19,30; i partecipanti riceveranno una copia gratuita del libro in formato e-book. Iscriviti subito da questo link

 

Articolo contenuto sul sito www.orientamento.it.  Leggi Informativa privacy, cookie policy e copyright.

Presentazione del libro L’orientamento in pratica. Ventotto casi di consulenza e bilancio di competenze raccontati dagli operatori

Gli autori presenteranno il libro via webinar venerdì 9 aprile ore 18,30-19,30. I partecipanti riceveranno una copia gratis.

Nell’era incerta del Post-Covid assisteremo allo sblocco dei licenziamenti, ad un nuovo paradigma produttivo e ad un riassetto delle politiche attive. In un contesto così complesso l’orientamento sarà sempre di più un’azione di strategica importanza tanto per i cittadini che per le aziende in un’ottica di piena occupazione, qualificazione e riqualificazione delle persone e miglioramento dei meccanismi del mercato del lavoro.

 

Il libro L’orientamento in pratica. Ventotto casi di consulenza e bilancio di competenze presenta casi concreti relativi a persone prese in carico presso centri per l’impiego, agenzie per il lavoro e nella consulenze di carriera. Quest’opera, unica nel suo genere, è stata realizzata da sedici operatori di orientamento di ogni parte d’Italia, in collaborazione con  Leonardo Evangelista.

 

Partecipa anche tu alla presentazione del libro venerdì 9 aprile 2021 in orario 18.30-19,30; i partecipanti riceveranno una copia gratuita del libro in formato e-book. Iscriviti subito da questo link

 

Articolo contenuto sul sito www.orientamento.it.  Leggi Informativa privacy, cookie policy e copyright.

Le trappole dell’intelligenza, David Robson, 2020

Provate ad avventurarvi nei più oscuri recessi di Internet e forse troverete i commenti di un uomo di nome Kary. Afferma di avere idee geniali che potrebbero modificare l’ordine mondiale. Kary sospetta, per esempio, di essere stato rapito da un alieno vicino al fiume Navarro, in California, dopo l’incontro con una strana creatura dall’aspetto di procione, il corpo fosforescente e «furbi occhi neri». Non ricorda che cos’è successo «dopo che il piccolo bastardo» lo ha «salutato educatamente»: il resto della notte è per lui un buco nero, ma gli è nato il forte sospetto che fosse coinvolta nell’avvenimento una forma di vita extraterrestre. «Esistono molti misteri nella valle» scrive cripticamente. Kary è anche un devoto adepto dell’astrologia. «Quasi tutti [gli scienziati] credono, a torto, che [l’astrologia] non sia scientifica e non sia un argomento adatto ai loro studi seri» afferma risentito nel corso di un lungo discorso. «Si sbagliano di grosso». È convinto che l’astrologia sia la chiave per elaborare cure psichiche migliori e che chiunque non sia d’accordo su questo abbia «la testa conficcata in fondo al culo». Oltre a credere in ET e nello zodiaco, Kary crede anche che le persone possano viaggiare nell’etere con il proprio corpo astrale. La faccenda assume connotazioni più fosche quando si passa a parlare di politica. «Alcune di quelle che gli elettori pensano essere grandi verità hanno poco o nessun fondamento scientifico» afferma. Tra questi dati poco scientifici vi sono «l’idea che l’AIDS sia causato dal virus HIV» e «l’idea che la liberazione di clorofluorocarburi nell’atmosfera abbia provocato il buco nello strato di ozono». È superfluo aggiungere che queste ipotesi sono quasi universalmente accettate dalla comunità scientifica, ma Kary spiega ai suoi lettori che gli scienziati le hanno accettate per i soldi. «Spegnete la tivù e leggete i testi scientifici di base» proclama. «Dovete cominciare a capire che cos’ha in testa questa gente». Spero di non dovere essere io a dirvi che Kary si sbaglia. Certo, il web pullula di individui che hanno opinioni infondate, ma non ci aspettiamo che gli astrologi e i negazionisti dell’AIDS siano l’élite intellettuale del pianeta. Invece Kary di cognome si chiama Mullis e, lungi dall’essere il tipico complottista male informato, è uno scienziato vincitore del premio Nobel per la chimica, il che lo mette alla pari con cervelloni come Marie Curie, Albert Einstein e Francis Crick. (…) Questo libro parla del motivo per cui individui intelligenti si comportano da idioti e a volte sono ancora più inclini a sbagliare dell’individuo medio.

Fonte: Robson, David (2020) Le trappole dell’intelligenza (Italian Edition). Ponte alle Grazie.

Il Palpa, il più forte di tutti

C’è una frase che ho sentito dire poco tempo fa e che mi è piaciuta: chi da giovane sceglie solo di divertirsi perché non capisce il motivo di doversi impegnare in faccende difficili e noiose si condanna da adulto a non divertirsi mai. È vero. Ora, guardandomi indietro capisco che è andata davvero così. È divertente correre a tutta velocità, camminare sull’orlo del precipizio e guardare il vuoto sotto di te. Ti fa sentire vivo, ti fa sentire immortale. Ci sono stati periodi in cui guadagnavo come un dirigente d’azienda, e non dovevo fare nessuna fatica per portare a casa quei soldi: passavo settimane intere senza allenarmi e scendevo in campo regolarmente ubriaco. Al cambio campo, il pubblico mi vedeva tirare fuori dalla borsa una bottiglia di birra. Ma vincevo. Tranne quando evitavo del tutto di scendere in campo, perché non ne avevo nessuna voglia. Ho pure comprato la stessa moto nera di Vasco Rossi, degno coronamento della mia vita spericolata. Non mi interessava niente, se non l’attimo che stavo vivendo. Ma non puoi avere vent’anni per sempre. I soldi che ho guadagnato li ho spesi. Il mio fisico che per anni ha sostenuto qualsiasi mia richiesta ora sta chiedendo il conto. Adesso non ho titoli, non ho denaro, non possiedo nulla. Neanche un conto corrente.