In svolgimento: Formazione a distanza per i 300 dipendenti dei centri per l’impiego regionali

 

L’emergenza coronavirus costringe gran parte delle organizzazioni a modifiche delle modalità di erogazione dei propri servizi e delle proprie modalità di funzionamento.

L’approccio può essere di breve periodo, focalizzato sull’adozione di soluzioni di emergenza per rispondere ai diversi problemi causati dal lock down, oppure un approccio strategico, in cui le organizzazioni continuano a portare avanti i propri obiettivi di medio lungo periodo (ad esempio il continuo aggiornamento dei dipendenti) adattandoli alla situazione attuale.

La formazione a distanza che da alcune settimane sto portando avanti per gli oltre 300 dipendenti dei centri per l’impiego di una regione italiana si colloca in questo contesto (nuove modalità di funzionamento / approccio strategico).

A oggi, oltre 200 operatori hanno avviato il programma formativo e 40 l’hanno già portato a termine. Il programma formativo richiede circa 30 ore di attività.

Alcune delle valutazioni raccolte finora:

  • CHIARO LINEARE PROFESSIONALE
  • In base alle mie conoscenze precedenti, ho trovato il corso ricco di approfondimenti, di tecniche di gestione delle varie istanze degli utenti e concretamente utile ad incrementare le mie capacità lavorative in generale. Il tutto con chiarezza e semplicità ed analiticità.
  • Corso estremamente professionale, di facile apprendimento, sicuramente da portare per sempre nel proprio bagaglio personale.
  • Si tratta di una formazione tecnica e molto attinente alle attività di front office degli uffici di accoglienza e orientamento dei Centri Impiego
  • Ritengo il corso utile e completo anche per chi è già da tanti anni a contatto con l’utenza. Ho apprezzato molto la trascrizione del video e delle slides perché permette anche in un secondo momento di rivedere concetti, esempi e modalità.
  • valuto positivamente questo corso poiché ritengo che sia utile e che migliorerà il mio approccio nei confronti di futuri clienti. Un modo di fare meno distaccato e più comprensivo, volto a guidare persone molto spesso sfiduciate, può essere il giusto strumento per motivarle e indirizzarle.
  • ritengo questa formazione utile per poter svolgere un colloquio di orientamento con il relativo bilancio di competenze.
  • Do la massima valutazione in quanto gli argomenti sono trattati in maniera semplice, facilmente comprensibile, ma allo stesso tempo efficace.
  • Di facile comprensione e molto efficace.
  • E’ un corso completo ed esaustivo
  • Un corso utile che mi ha aiutato a comprendere meglio i nostri compiti e a renderli il più efficaci possibili agevolando altresì il rapporto con l’utente finale.
  • Il corso di formazione è stato molto interessante e motivante, ha arricchito le mie conoscenze. Complimenti per il grande lavoro!!
  • E’ un corso molto importante.
  • E’ SPIEGATO MOLTO BENE, E’ INTERESSANTE E SICURAMENTE MOLTO UTILE
  • CHIARO, ESPLICATIVO.

 

Chiedimi una formazione a distanza per i tuoi dipendenti / collaboratori (l.evangelista@orientamento.it cell 3384640194) oppure segui uno dei miei corsi a distanza basati su video registrati.

 

Articolo contenuto sul sito www.orientamento.it. Autore © Leonardo Evangelista. Leggi Informativa privacy, cookie policy e copyright.

Maratona webinar Il colloquio di orientamento basato sulle abilità di counseling e di coaching

In questa Maratona webinar, comodamente da casa tua, imparerai a impostare i colloqui di orientamento in modo da rendere l’utente/cliente attivo e motivato (cioè a stimolare le sue richieste di informazioni e il suo spirito d’iniziativa) invece che doverlo faticosamente spingere ad attivarsi.

In particolare migliorerai la tua operatività nelle seguenti attività:

  1. impostare il colloquio in modo che l’utente si mantenga attivo e motivato durante tutta la consulenza
  2. dimostrare accoglienza e ascolto utilizzando la comunicazione non verbale
  3. chiarificare la situazione e le aspirazioni dell’utente utilizzando domande aperte e riformulazioni
  4. aiutare il tuo utente a definire un piano d’azione per raggiungere l’obiettivo desiderato utilizzando una tecnica strutturata
  5. dare informazioni, dare suggerimenti e eventualmente manifestare il tuo disaccordo mantenendo la motivazione dell’utente
  6. Svolgere il primo colloquio con l’utente, dare informazioni, facilitare la stesura del piano d’azione,  migliorare il piano d’azione utilizzando schemi strutturati.

Questa è l’occasione giusta se desideri formarti con me dal vivo ma senza spostarti da casa.

Svolgerai a distanza, sotto la mia supervisione, simulazioni di colloqui  sia nel ruolo del consulente che di utente. Sono previsti 10-15 partecipanti che si alterneranno nei due ruoli.

Per il webinar useremo la piattaforma Zoom. Se non sei pratico, è prevista una sessione preliminare dedicata agli aspetti tecnici del collegamento a distanza. La Maratona webinar è utile anche per impratichirti a svolgere consulenza a distanza.

Per partecipare devi disporre di un pc con tastiera in grado di trasmettere e ricevere suoni e immagini.

I materiali utilizzati durante il webinar ti vengono trasmessi con l’autorizzazione all’uso personale per lo svolgimento di attività di orientamento / coaching di carriera / politiche attive / outplacement con i tuoi utenti (persone disoccupate in cerca di lavoro o occupate in ricollocazione professionale). L’uso per attività di formazione di operatori non è permesso.

Attenzione: il corso non tratta in specifico di come condurre colloqui a supporto della ricerca di lavoro. Questo tema è trattato in dettaglio nel corso a distanza La consulenza per la ricerca attiva di lavoro.

La partecipazione al webinar ti permette di ottenere anche:

Leggi le recensioni dei partecipanti all’edizione precedente (in fondo alla pagina che si apre cliccando su questo link).

Quando, costo e modalità di iscrizione

La Maratona webinar è prevista sabato 12 settembre, in orario 9-17, con una pausa pranzo di 1 ora e due pause caffè di circa 15 minuti a metà mattinata e metà pomeriggio. Se ti iscrivi adesso, il costo di partecipazione è di 90 € invece che 130 €. 

Se non hai partita IVA o hai partita IVA forfettaria puoi concludere l’acquisto CLICCANDO QUI (si apre una pagina dove puoi inserire i tuoi dati e scegliere la modalità di pagamento). Se la fattura va intestata a una società o hai partita IVA ordinaria o dei minimi il costo va aumentato di 40 €; in questi casi scrivimi PRIMA di finalizzare l’acquisto che ti invio una fattura con evidenziata la ritenuta d’acconto.

Differenze fra questo corso e gli altri miei corsi

La gestione del colloquio è trattata allo stesso modo nel corso La Cassetta degli Attrezzi del Consulente di orientamento in aula o a distanza  e nel corso a distanza con video registrati La gestione del colloquio di orientamento.

 

Il docente Leonardo Evangelista

Sono laureato in Economia e commercio e in Psicologia indirizzo lavoro e organizzazioni. Sono iscritto all’Ordine Psicologi Toscanaal n.4527 sez. A, polizza responsabilità civile Allianz spa n. 77045930.

Ho lavorato per quasi 10 anni come consulente di orientamento presso scuole e centri per l’impiego; successivamente mi sono specializzato nella formazione di operatori di orientamento.  Come formatore ho tenuto finora in tutta Italia oltre 200 seminari con circa 3000 operatori (vedi un dettaglio). Per informazioni è possibile scrivermi all’indirizzo contatto chiocciolina orientamento.it; il mio cell è *38.46.40.194 (al posto di * devi mettere un 3).

 

Articolo contenuto sul sito www.orientamento.it. Autore © Leonardo Evangelista. Leggi Informativa privacy, cookie policy e copyright.

Come inserire la formazione fatta con me nella sezione Licenze e certificazioni di LinkedIn

Una delle sezioni del tuo profilo di LinkedIn è relativa a Licenze e certificazioni. Ci arrivi cliccando su Aggiungi sezione al profilo (per farti vedere gli esempi utilizzo il mio profilo LinkedIn)

Cliccando sul segno + appare un form dove puoi inserire i dati relativi alla formazione fatta con me.

Cosa scrivere 

Se hai seguito i miei corsi indicati qui sotto (per i corsi a distanza, mi hai inviato i file con gli esercizi svolti e hai ottenuto l’attestato di partecipazione) sei abilitato all’uso dei materiali distribuiti nei corsi. I corsi che ti permettono di avere un’abilitazione sono questi:

In questo caso il form va compilato in questo modo (ti mostro il caso in cui hai frequentato Cassetta degli attrezzi, e sei stato abilitato all’utilizzo dei miei materiali sia per lo svolgimento di Bilanci di competenze che Consulenza su ricerca di lavoro):

Questo è il risultato finale sul tuo profilo:

Se hai partecipato ai Laboratori

  • Laboratorio sul Bilancio di Competenze per la Consulenza di Carriera in aula o a distanza
  • Laboratorio sulle tecniche espressive per l’orientamento e il career coaching in aula o a distanza

e successivamente mi hai inviato due Bilanci realizzati o hai condotto almeno un gruppo sulle tecniche di ricerca attiva di lavoro allora sei accreditato allo svolgimento di Bilanci di competenze o alla conduzione di gruppi sulle tecniche di ricerca di lavoro. In questo caso il form va compilato in questo modo (ti mostro l’esempio relativo al Bilancio):

Questo è il risultato finale sul tuo profilo:

 

Articolo contenuto sul sito www.orientamento.it. Autore © Leonardo Evangelista. Leggi Informativa privacy, cookie policy e copyright.

 

Le figure professionali più richieste in Italia nel 2019

Secondo dati forniti dalla società Manpower:

“Il 47% delle aziende italiane non riesce a reclutare talenti con le giuste competenze, un dato che raggiunge l’84% nelle organizzazioni con più di 250  occupati”.

Secondo Manpower le professioni più richieste in Italia nel 2019 sono state le seguenti:

  1. Operai specializzati (elettricisti, saldatori, meccanici)
  2. Vendite e marketing (sales) (rappresentanti/manager di vendita, grafici)
  3. Tecnici (responsabili del controllo qualità, personale tecnico)
  4. Ingegneri (chimici, elettrici, civili, meccanici)
  5. Autisti e logistica (autocarri, consegne, edilizia, trasporti pubblici)
  6. Informatica (esperti di cybersecurity, amministratori di rete, supporto tecnico)
  7. Contabilità e finanza (contabili, revisori, analisti finanziari certificati)
  8. Industria manifatturiera (operatori CNC di macchine e addetti alla produzione)
  9. Edilizia (operai)
  10. Sanità (medici, infermieri e altro personale sanitario non infermieristico)

I tema della ricerca di lavoro è trattato nei miei corsi:

 

Leggi l’articolo apparso su la Repubblica.

 

Articolo contenuto sul sito www.orientamento.it. Autore © Leonardo Evangelista. Leggi Informativa privacy, cookie policy e copyright.

Il coronavirus ti mette ansia? Segui uno dei miei corsi a distanza!

L’attuale epidemia di coronavirus promuove il lavoro e la formazione a distanza.

Sul mio sito trovi 10 corsi a distanza relativi a tutti i più importanti temi dell’orientamento. I miei corsi a distanza sono basati su video, file con esercizi e materiali di approfondimento che scarichi sul tuo pc e puoi studiare nei momenti che preferisci, senza limiti di tempo e, una volta effettuato il download, senza necessità essere collegato a internet.

Puoi vederli tutti da questa pagina.

 

Articolo contenuto sul sito www.orientamento.it. Autore © Leonardo Evangelista. Vedi le indicazioni relative a Informativa Privacy, cookie policy e Copyright.

Lettera a una Navigator: Ambasciator non porta pena

Buongiorno Sandra, ho letto con un po’ di sorpresa il suo messaggio, dove mi rimprovera di pubblicare su LinkedIn post ‘distruttivi’ che ‘demoliscono i Navigator’, e di essere prevenuto nei confronti del reddito di cittadinanza.

Tutte le mattine, per una mezz’ora prima di iniziare a lavorare scorro i titoli dei giornali. Linco su LinkedIn le notizie che mi interessano, pensando di fare una cosa utile a chi come me lavora nel settore delle politiche attive. Non è colpa mia se finora le notizie pubblicate su reddito di cittadinanza e Navigator sono quasi esclusivamente negative. Come avrà visto, io mi limito a lincare articoli di giornale. Dunque dovrebbe rivolgere la sua disapprovazione non a me, ma ai vari giornali (fra gli altri Repubblica, Sole 24 Ore, Corriere, Messaggero) che le pubblicano, e eventualmente a chi per stupidità, imperizia o calcoli elettorali ha inviato 3.000 persone allo sbaraglio. Come si dice: Ambasciator non porta pena. Quando inizieranno a essere pubblicate notizie positive (spero molto presto), lincherò anche quelle.

Relativamente al reddito di cittadinanza, l’obiettivo del mio lavoro è da tanti anni quello che adesso è anche il suo: aiutare persone disoccupate a ricollocarsi, ed è per questo che ancora oggi sono impegnato nell’insegnamento di tecniche operative efficaci (per lo svolgimento di colloqui, di bilanci di competenze, della consulenza a persone in cerca di lavoro, etc.). Per lo stesso motivo parlo positivamente delle politiche attive efficaci e critico quelle che mi sembrano fallate. La forza politica che propone ciascuna misura mi interessa relativamente.

 

 

Articolo contenuto sul sito www.orientamento.it. Autore © Leonardo Evangelista. Vedi le indicazioni relative a Informativa Privacy, cookie policy e Copyright.

Nuovo corso europrogettazione a distanza: come partecipare in progetti presentati da altri

La strategia più semplice per ottenere finanziamenti europei è partecipare come partner in progetti presentati da altri. In questo modo puoi ottenere finanziamenti di decine di migliaia di euro con un investimento di tempo ridotto e conoscenze limitate.

Il corso ti spiega:

  • in che modo individuare organizzazioni che presentano progetti,
  • come proporre la tua candidatura,
  • come negoziare la tua partecipazione.

Il corso è basato sulla mia pluriennale esperienza nella progettazione europea.

Trovi maggiori informazioni sul corso a questa pagina.

Effetti positivi della globalizzazione: la riduzione della diseguaglianza fra nazioni

Un recente articolo di Gavazzi e Alesina apparso su Il Corriere della Sera riassume i vantaggi della globalizzazione. Secondi gli autori:

Quarant’anni fa il reddito pro capite degli Stati Uniti era 24 volte maggiore di quello indiano, e questo anche tenendo conto del fatto che in India la maggior parte dei prodotti costa molto meno che in America. Oggi, nonostante l’India continui a restare relativamente povera, la distanza con gli Stati Uniti si è molto ridotta. La differenza nel reddito pro capite tra un cittadino statunitense e uno indiano si è dimezzata: da 24 a 12 volte. Il risultato è ancora più straordinario per la Cina: da 24 volte a 5

La riduzione della distanza fra paesi ricchi e paesi poveri è dovuta al miglioramento del reddito pro capite nei paesi poveri.

Un altro sviluppo degli ultimi 20 anni è la crescita delle diseguaglianze all’interno dei Paesi:

E’ molto aumentato il reddito dell’1 per cento più benestante dei cittadini, il cosiddetto «top 1 per cent». Negli Stati Uniti quarant’anni fa il 10 per cento del reddito nazionale prima delle tasse andava al top 1 per cent, oggi quella quota è salita al 20 per cento (sebbene la tassazione la riduca al 16 per cento). Il reddito della metà più povera della popolazione nello stesso arco di tempo è aumentato solo dell’un per cento (sebbene tasse e redistribuzione abbiano fatto salire quella quota al 21%.)

In Europa l’aumento della diseguaglianza è stato molto inferiore: in quarant’anni, prima di tasse e redistribuzione, la quota dei top 1 per cent è salita dal 7,5 per cento all’11 per cento. In Italia l’effetto è stato trascurabile: la quota di reddito nazionale che va all’1% più ricco è passata dal 7,5 al 9,4 per cento; i dati come appena detto si riferiscono a prima di tassazione e trasferimenti, che, una volta considerati, annullano l’aumento.

In Italia invece si è accentuata e continua a crescere la diseguaglianza fra generazioni:

Sistemi pensionistici sbilanciati ridistribuiscono reddito dai giovani che lavorano agli anziani che ricevono una pensione senza avervi concorso a sufficienza con i loro contributi.

La misura conosciuta come Quota 100 accentua questo fenomeno.

Leggi l’articolo su Il Corriere della Sera.

Articolo contenuto sul sito www.orientamento.it. Autore © Leonardo Evangelista. Vedi le indicazioni relative a Informativa Privacy, cookie policy e Copyright.

I risultati dell’Assegno per il lavoro in Veneto

La Regione Veneto ha pubblicato pochi giorni un nuovo Report relativo all’Assegno per il lavoro in Veneto.

Come è noto, l’Assegno per il lavoro consiste in un bonus, fino a un valore massimo di 5.796 euro, che i cittadini possono spendere presso i servizi per l’impiego accreditati in cambio di servizi personalizzati di assistenza alla ricollocazione, quali orientamento, counseling, formazione, rafforzamento delle competenze, supporto all’inserimento o reinserimento lavorativo tramite l’incrocio domanda-offerta di lavoro.

In Veneto, l’Assegno per il lavoro può essere richiesto da disoccupati di età superiore ai 30 anni, residenti o domiciliati in Veneto, beneficiari e non di prestazioni di sostegno al reddito (Naspi) e indipendentemente dall’anzianità della disoccupazione.

I dati del Report indicano che alla data del 30 settembre 2019 sono stati conclusi circa 17.000 Assegni e circa 16.000 persone hanno stipulato un contratto di lavoro. Il 35% delle occupazioni trovate sono di durata superiore a 6 mesi.

 

Articolo contenuto sul sito www.orientamento.it. Autore © Leonardo Evangelista. Vedi le indicazioni relative a Informativa Privacy, cookie policy e Copyright.

NUOVO: Google inizia a segnalare e offrire offerte di lavoro

Da ieri Google Italia raccoglie e elenca offerte di lavoro. Ad esempio digitando nella barra di ricerca ‘contabile a Milano’, la pagina dei risultati restituisce una serie di offerte (raccolte da Google direttamente o di altre società).

 

 

E’ possibile salvare le offerte che interessano e settare avvisi per profili di interesse. E’ possibile anche pubblicare offerte direttamente da questa pagina (la pagina al momento è in inglese).

La ricerca di offerte di lavoro raccolte da terze parti era già disponibile su siti di motori di ricerca specializzati, quali ad esempio Indeed, e ugualmente esistono molti siti che permettono di pubblicare gratuitamente offerte di lavoro (ad esempio Subito.it), tuttavia il nuovo servizio di Google potrebbe essere migliore di quanto già esistente.

Il nuovo servizio di Google ha provocato la protesta dei motori di ricerca già esistenti e l’apertura di una indagine da parte della Commissione Europea.

Articolo contenuto sul sito www.orientamento.it. Autore © Leonardo Evangelista. Vedi le indicazioni relative a Informativa Privacy, cookie policy e Copyright.