V Conferenza sull’orientamento permanente

V Conferenza sull’orientamento permanente

La V Conferenza internazionale sulle politiche per l’orientamento permanente, tenutasi a Roma dal 20 al 22 ottobre 2014, si inserisce nell’ambito del semestre di Presidenza italiana del Consiglio dell’Unione europea ponendosi  l’obiettivo di presentare le recenti evoluzioni in alcuni Paesi e di illustrare le migliori pratiche.Al centro dei lavori, le politiche nazionali per l’orientamento lungo tutto l’arco della vita. L’evento, che ha visto la partecipazione di 36 delegazioni provenienti dai paesi membri, è stato organizzato dalla rete europea per le politiche di orientamento permanente Egnlp European lifelong guidance policy network, che supporta lo sviluppo della cooperazione europea sull’orientamento permanente negli ambiti dell’istruzione e del lavoro. Ne fanno parte trentuno Paesi, oltre a diverse agenzie europee, tra cui il Cedefop e l’Etf – European Training Foundation, e strutture internazionali come lo Iaevg – International association for educational and vocational guidance e l’Iccdpp – International centre for career development and public policy.In riferimento agli obiettivi e alle strategie di “Europa 2020”, le politiche europee e nazionali riconoscono l’orientamento permanente come una dimensione cruciale dell’apprendimento continuo, promuovendo obiettivi di natura economica e sociale.“Orientare per non disperdere”: questo il claim della conferenza, a conferma che l’orientamento assume una funzione strategica nella lotta alla dispersione e all’insuccesso formativo degli studenti, mirando ad avvicinare i giovani al mondo delle professioni, favorire lo sviluppo sociale ed economico del territorio, l’occupabilità e l’inclusione sociale dei ragazzi. In questo senso, il ruolo assegnato ai team regionali, assegnati dai rispettivi Uffici scolastici regionali, rappresenta la premessa essenziale nello sviluppo di azioni unitarie, concrete, condivise e atte a realizzare un’adeguata rete territoriale di soggetti.

viaV Conferenza sull’orientamento permanente. Click Lavoro

Rispondi