Ti alleno alla vita! (Segue fattura) – Corriere.it

un life coach. Un allenatore alla vita. Ne avevo intervistati diversi e sapevo che il loro servizio consiste nel raggiungere un obiettivo mirato in tempi concordati. Perfetto, perché per me un problema chiama sempre una soluzione, rapida e concreta. Mi sono detta: proviamoci. Cos’è successo? Ve lo racconto. «Voglio che la mia autostima risalga», dico al primo incontro. Il mio life coach, M.B., mi guarda. Propone di iniziare un percorso di sei – otto sedute, come mi aspettavo. Le amiche, la sera, mi chiedono: «Come fai a fidarti di uno sconosciuto, senza un titolo legalmente riconosciuto? Perché non vai da uno psicoterapeuta iscritto a un ordine?». La mia risposta: «Il percorso psicoterapeutico è lungo, il coach va diritto all’obiettivo. E poi sono cose diverse». Sì, ma quanto? Un life coach può essere d’aiuto – nelle scelte di lavoro, nelle difficoltà personali – o c’è il rischio di ritrovarsi vittime di improvvisatori, pasticcioni e aspiranti santoni? Il rischio, in effetti, c’è, qui a essere fondamentale è l’attenzione nella scelta. Cominciamo col dire questo: un buon coach non dà consigli.

Continua a leggere http://www.corriere.it/sette/17_maggio_11/life-coach-lifecoach-ti-alleno-vita-segue-fattura-84eeb6ec-35a7-11e7-ae5c-ac92466523f8.shtml

Rispondi