Elenco temi formativi

Temi e contenuti della formazione sull’orientamento

La mia formazione aiuta i partecipanti a far emergere e modellizzare le proprie conoscenze tacite (Polaniy M. 1966; Ryle G. 1949). Nella mia formazione in aula  i partecipanti condividono inoltre queste conoscenze con altri operatori. Raggiungo qusti obiettivi grazie alle mie modalità didattiche e alla mia lunga esperienza nei temi su cui faccio formazione. I partecipanti alle mie attività formative  ‘portano a casa’ un più ampio catalogo di strategie e strumenti da utilizzare nella propria attività professionale, e inoltre migliorano la capacità di sviluppare strategie operative efficaci con problemi professionali non affrontati in precedenza.

I temi su cui posso svolgere attività di formazione sono indicati di seguito. Tutti i seminari sono disponibili sia in aula che a distanza.

Seminario 1. Formarsi e lavorare nell’orientamento

Questo seminario fornisce le principali informazioni su come formarsi e lavorare nell’orientamento: le caratteristiche dell’orientamento; servizi, destinatari, finanziamenti per l’orientamento; la regolamentazione del settore; conoscenze e competenze delle diverse figure professionali, chi sono e dove trovare i possibili committenti; le strategie di carriera e percorsi formativi ottimali per inserirsi nel settore. Il seminario è tenuto da Leonardo Evangelista.

Seminario 2. La consulenza di orientamento con persone adulte in cerca di lavoro

Questo seminario insegna a identificare e facilitare la soluzione dei principali problemi di persone adulte (dai 18 anni in su) che si rivolgono ai servizi di consulenza orientativa, career coaching e outplacement. Programma: come identificare e facilitare la soluzione dei principali problemi delle persone adulte che si rivolgono ai servizi di orientamento: mancanza di un obiettivo professionale, scarsa impiegabilità, inefficace ricerca di lavoro. Analisi di casi. Una parte rilevante del seminario sarà dedicata a: strategie e strumenti per una ricerca di lavoro efficace, le determinanti di una ricerca di successo, le principali difficoltà nella ricerca, l’accompagnamento del cliente nel tempo. Ai partecipanti viene fornita una traccia di oltre 40 pagine, comprensiva di schede da fotocopiare, da utilizzare con persone in cerca di lavoro, sia a livello individuale che con piccoli gruppi. Il seminario è tenuto da Leonardo Evangelista.

Seminario 3. Il bilancio di competenze per l’orientamento, l’outplacement e il career coaching

Questo seminario insegna a utilizzare la metodologia del bilancio di competenze in attività di consulenza di orientamento. Programma: la strutturazione e la filosofia dei dispositivi di bilancio; il bilan de compétences francese; il bilancio orientativo: i temi di analisi, le fasi del bilancio, il dossier di bilancio; come condurre bilanci orientativi individuali e in piccoli gruppi: sarà trasmessa una traccia estremamente dettagliata, comprensiva di schede da fotocopiare e utilizzare con i propri clienti, per svolgere bilanci orientativi in piccoli gruppi e a livello individuale. Il seminario è tenuto da Leonardo Evangelista.

Seminario 4. La certificazione delle competenze nei dispositivi regionali

Questo seminario presenta i principali approcci e una serie di metodi pratici per l’individuazione, la valutazione e la certificazione delle competenze, con riferimento ai dispositivi regionali per la certificazione delle competenze. Programma: definizioni: competenza, competenze, riconoscimento, validazione, certificazione, aree di attività, job description,aree di attività, unità di competenza. Approcci al riconoscimento e alla certificazione della competenza: per caratteristiche personali e per prestazione. L’analisi della competenze nei dispositivi regionali: l’analisi per mansioni; la scelta e la valutazione delle evidenze, la costruzione degli indicatori, lo svolgimento delle prove di verifica. Durante il seminario saranno effettuate una serie di prove pratiche riferite alla figura del consulente di orientamento e/o del formatore e/o del progettista FSE. Il seminario è tenuto da Leonardo Evangelista.

Seminario 5. Le abilità di counseling nel colloquio di orientamento

Questo seminario insegna a utilizzare le abilità di counseling nel colloquio di orientamento. Le abilità di counseling facilitano l’ascolto, la comunicazione e l’attivazione personale. Per la loro efficacia, l’utilizzo delle abilità di counseling è raccomandato a tutti coloro che svolgono attività con altre persone, quali ad esempio insegnanti, formatori, educatori, medici, infermieri, operatori di orientamento, psicologi, operatori nella gestione delle risorse umane, mediatori familiari e culturali, coach, pertanto questo seminario è aperto a tutti coloro che desiderano apprendere le abilità di base del counseling, qualunque sia la propria formazione o ambito di attività. I partecipanti miglioreranno le seguenti abilità: comunicare in maniera non verbale, concordare col cliente l’obiettivo del colloquio, formulare domande aperte, riformulare, facilitare la definizione di un obiettivo e di un piano d’azione. Programma: le 3 parti del colloquio di consulenza di orientamento: avvio, esplorazione, definizione di un progetto. Le attività dell’operatore nella fase di avvio: l’ascolto non verbale, l’uso delle domande aperte per favorire la comunicazione, l’analisi della domanda, la ridefinizione delle aspettative, il rinvio ad altri soggetti o servizi, la motivazione dell’utente obbligato al colloquio, la raccolta di dati minimizzando l’impatto sul colloquio. Le tecniche per favore l’esplorazione delle problematiche dell’utente: le domande aperte, la riformulazione del contenuto (al dato reale, al contenuto emotivo, al deficit percepito, al possibile obiettivo), la sintesi dei dati emersi nella fase di esplorazione. Le tecniche per favore la definizione di un obiettivo e di un piano d’azione per raggiungerlo: la riformulazione rivolta al possibile obiettivo, la domanda diretta, il brainstorming  e la prioritarizzazione delle possibilità emerse. La strutturazione del piano d’azione in senso logico e cronologico, il miglioramento del piano d’azione. Il seminario è tenuto da Leonardo Evangelista.

Seminario 6. Tecniche di gestione d’aula

Questo seminario insegna le tecniche di base per la gestione di piccoli gruppi (fino a 25 persone) per finalità educative. Contenuto: le principali difficoltà nella conduzione di un piccolo gruppo o di un gruppo classe. Come assicurare un contesto iniziale favorevole: modalità di selezione, numero partecipanti, contenuti; caratteristiche e disposizione d’aula; primi 30 minuti, il contratto d’aula. Le metodologie che riducono la distrazione e facilitano l’apprendimento: attività in piccoli gruppi, case studies, role playing, slides e video, contenuti su internet; le attività in plenaria. Come regolare le interazioni del gruppo. Il seminario è tenuto da Leonardo Evangelista.

Seminario 7. Fare orientamento nelle scuole secondarie di 2 grado (medie superiori)

Questo seminario è dedicato agli obiettivi e agli strumenti dell’orientamento scolastico nelle scuole secondarie di 2′ grado. Il seminario spiega quali sono le attività di orientamento che devono essere erogate dagli istituti superiori di 2’ grado in coerenza con le Linee guida per l’orientamento permanente (Febbraio 2014), e fornisce la Guida Futuro Prossimo che  insegna come svolgerle dalla 1’ alla 5’ classe. Futuro prossimo è una guida di 127 pagine, suddivisa in 14 attività con 52 schede per la loro conduzione, per un totale di 50 ore nei 5 anni. Il Seminario è tenuto da Donatella Allori. E’ possibile anche organizzare un seminario sull’orientamento nelle medie inferiori (fondamentalmente orientamento alla scelta successiva alla terza media).

Seminario 8. Fare orientamento con ragazzi a rischio di dispersione scolastica

Il seminario insegna a progettare e condurre attività di orientamento con ragazzi a rischio di dispersione scolastica. Programma: cos’è la dispersione scolastica (cosa la causa, misure per contrastarla, normativa e servizi territoriali di riferimento), come gestire giovani a rischio dispersione all’interno della scuola (potenziamento della motivazione, tecniche di ascolto attivo, strumenti e tecniche didattiche); fare orientamento ai ragazzi a rischio dispersione (come e perché farlo, materiali didattici e allestimento dell’aula, tecniche di comunicazione, strumenti per la conduzione del gruppo, esercizi pratici), progettazione di un percorso di orientamento per giovani a rischio dispersione scolastica (attività di apertura, conoscere se stessi, conoscere il mondo del lavoro, affrontare il cambiamento, il proprio progetto professionale, raccontare la propria storia). Durante il seminario è previsto l’utilizzo di simulazioni e role playing, i partecipanti potranno sperimentare direttamente le attività pratiche e i materiali destinati all’utenza drop-out. I partecipanti riceveranno anche la Guida Parlare a chi non vuole ascoltare. Esercizi di orientamento per giovani a rischio di dispersione scolastica (un percorso di orientamento di 146 pagine, strutturato in 7 moduli (Apertura, Narrare il cambiamento, Conoscere l’uditorio, Il cambiamento, Conoscere se stessi, Il mondo del lavoro, Il tuo progetto professionale) e 27 schede). Il seminario è tenuto da Luca Capiluppi.

Seminario 9. L’analisi dei fabbisogni formativi aziendali

Questo seminario metterà in grado i partecipanti di svolgere un’analisi dei fabbisogni formativi aziendali efficace, tarata sulle diverse caratteristiche e necessità aziendali. Programma: L’analisi dei fabbisogni formativi: di settore o area geografica (macro) e di singola impresa (micro). L’analisi macro: fonti informative documentali. Il ricorso a un panel di esperti: la metodologia Dephi. Fonti di informazione nell’analisi dei fabbisogni formativi aziendali (micro): analisi del contesto, analisi del la situazione aziendale, esame degli eventi critici, analisi delle difficoltà incontrate sul lavoro, il self reporting sul fabbisogno formativo, analisi delle attività formative pregresse. Gli strumenti per la raccolta di informazioni: l’osservazione sul posto di lavoro, intervista individuale, focus group di reparto, questionario su carta e online, esame dati documentali aziendali (es: infortuni, scarti e resi, reclami, etc.). La definizione dell’obiettivo formativo utilizzando profili professionali e job analysis. La definizione dell’obiettivo formativo in termini di livelli di prestazione: l’utilizzo di dizionari di competenze aziendali. I progetti formativi individualizzati. Utilizzo di una traccia per la definizione di un progetto di formazione individualizzata. Il seminario è tenuto da Leonardo Evangelista.

Seminario 10. Corso di preparazione allo svolgimento di attività di orientamento in Garanzia Giovani

Vedi la pagina dedicata.

Seminario 11. Corso di europrogettazione

Vedi il sito dedicato all’Europrogettazione.

Seminario 12. Come promuovere e supportare l’apprendimento autoregolato (il proprio e quello dei propri utenti)

Vedi la pagina dedicata.

Seminario 13. Checkup Professionale ® per l’analisi e la validazione della professionalità degli operatori di orientamento

Non è una formazione in senso stretto, anche se come la formazione aiuta a migliorare la propria professionalità. Vedi la pagina dedicata.