AVVIO SPERIMENTALE DELL’EROGAZIONE DELL’ASSEGNO DI RICOLLOCAZIONE. Pietro Ichino

Una buona notizia: per la prima volta nella storia del nostro Paese una nuova misura di politica del lavoro viene adottata passando attraverso una sperimentazione rigorosa, secondo il metodo del confronto tra un “campione trattato” composto da 20.000 disoccupati estratti a sorte, e un campione statisticamente identico “di controllo”, come si fa per i farmaci e come si dovrebbe fare sempre per tutte le misure di politica del lavoro. È quello che sta facendo l’ANPAL per il lancio su scala nazionale dell’assegno di ricollocazione, cioè del voucher che consentirà al lavoratore disoccupato di scegliere tra le agenzie pubbliche e private accreditate quella che preferisce per farsi assistere e guidare nella ricerca della nuova occupazione, la quale sarà pagata a risultato conseguito. Una notizia meno buona: questa sperimentazione avrebbe dovuto partire al più tardi nel marzo 2014, cioè tre anni fa: essa infatti era già prevista e finanziata in una norma del dicembre 2013, che è stata abrogata di fatto da un vero e proprio rifiuto di attuarla da parte dell’apparato ministeriale.

Continua a leggere 

Rispondi